Cultura&Spettacolo

La cultura contro la mafia: a Lamezia torna Trame, il Festival dei libri sulle mafie

Criminalità organizzata e illegalità hanno sempre fatto della Calabria una terra martoriata, ma nonostante ciò la nostra Regione non si è mai arresa ad un destino che da molti viene considerato già segnato. Il popolo calabro da sempre fa sentire la propria voce e la propria voglia di rivalsa, e sempre più lo fa attraverso la cultura. Da questo desiderio di rivalsa umana, sociale e culturale nasce “Trame.2″ il Festival dei libri sulle mafie, giunto quest’anno alla sua seconda edizione. Lamezia Terme, una delle località divenute emblema del virus mafioso calabro, ospiterà dal 20 al 24 giugno 2012 l’evento, ideato da Tano Grasso, presidente onorario della FAI (Federazione delle associazioni antiracket e antiusura italiane) e diretto dal giornalista Lirio Abate. Organizzato dalla “Fondazione Trame” con il sostegno del Comune di Lamezia Terme, dell’AIE (Associazione Italiana Editori), dell’Associazione “Antiracket Lamezia Onlus” e della FAI, quest’anno il Festival ripercorrerà la fortunata formula della scorsa edizione. Tutti i giorni, dal 20 al 24 giugno,dalle ore 18,00 alle ore 24,00 si susseguiranno numerosi appuntamenti della durata di un’ora circa, ospitati dal centro storico lametino, nello specifico Palazzo Nicotera e Piazzetta San Domenico. Presentazioni di libri, laboratori, appuntamenti culturali si susseguiranno facendo di Lamezia Terme la città simbolo di una possibile e voluta legalità.

Ancora altri luoghi lametini si apriranno al pubblico in occasione dell’evento di valenza nazionale: Palazzo Panariti ospiterà i laboratori dedicati alla grafica, alla fotografia e al giornalismo; nel chiostro di San Domenico e nel Museo archeologico verranno ospitate alcune mostre dedicate al tema del festival e in Corso Numistrano, a ridosso dei luoghi in cui si svolgeranno le varie presentazioni, verrà realizzata un’isola pedonale con vari stand dedicati al mondo dell’associazionismo, ad una selezione di case editrici, ai librai di Lamezia Terme che per l’occasione realizzeranno insieme un bookshop tematico dove saranno presenti tutti i titoli che verranno presentati al festival e anche numerosi altri libri sull’argomento; ci saranno anche stand dedicati al consumo critico e vendita dei prodotti provenienti da beni confiscati.

FONTE: WWW.TRAMEFESTIVAL.IT

Giuseppina Pascuzzo

Print Friendly, PDF & Email





To Top