Cultura&Spettacolo

La Piccola banda Ikona “invade” Cosenza

Cosenza – 05 LUG 2012 – Un viaggio affascinante tra i suoni e le culture del Mediterraneo alla ricerca di un linguaggio musicale e lirico che unisca tanti popoli diversi che si affacciano sullo stesso mare. Questa è l’idea che anima la Piccola Banda Ikona che domani, venerdì 6 luglio, sarà di scena ad Invasioni con un concerto in programma sul Lungo Fiume alle ore 22,30.

La Piccola banda Ikona è la formazione creata da Stefano Saletti (fondatore e anima dei Novalia) che ha riunito insieme alcuni dei più prestigiosi musicisti della world music italiana come Barbara Eramo, Ramya, Gabriele Coen, Mario Rivera, Leo Cesari, Carlo Cossu e Desirè Infascelli. Nello scorso mese di maggio è uscito il loro nuovo lavoro discografico, intitolato FOLKPOLITIK (pubblicato da Finisterre e distribuito da Felmay).
Nelle sue composizioni originali, il gruppo utilizza il Sabir, la lingua franca che marinai, pirati, pescatori, commercianti, armatori, parlavano nei porti del Mediterraneo: da Genova a Tangeri, da Salonicco a Istanbul, da Marsiglia ad Algeri, da Valencia a Palermo.
Saletti e la Piccola Banda Ikona hanno ripreso questa sorta di esperanto marinaro, formatosi poco a poco con termini presi dallo spagnolo, dall’italiano, dal francese, dall’arabo, e l’hanno fatto rivivere scrivendo intensi brani che attraversano i suoni e le culture del Mediterraneo, e si uniscono alle atmosfere della tradizione popolare del sud e a melodie balcaniche, greche, sefardite.
La musica del gruppo risulta essere un grande omaggio al Mediterraneo, alle sue contraddizioni come al suo fascino millenario.
Gli strumenti utilizzati nelle esibizioni della Piccola banda Ikona vanno dal bouzouki greco, all’oud arabo, alla darbouka e si mescolano a quelli della tradizione occidentale. Ulteriore commistione quella che caratterizza i testi nei quali compare un impasto di siciliano, ebraico, serbo-croato, arabo, francese e lingala, portato in Europa dai tanti immigrati. In aggiunta, anche il greco antico che il leader del gruppo Stefano Saletti aveva già sperimentato nella colonna sonora dello spettacolo “Le Vespe” di Aristofane, andato in scena qualche anno fa al Teatro Greco di Siracusa per la regia di Renato Giordano. Non nuove le incursioni di Piccola banda Ikona nel teatro classico, come testimoniano il successo ottenuto nel 2007 con l’esecuzione dal vivo delle musiche originali composte da Stefano Saletti per “L’Iliade l’aspra contesa”, andato in scena al Foro di Traiano a Roma, interpreti, tra gli altri, Massimo Popolizio, Manuela Mandracchia e Umberto Orsini, e la tournèe, accanto a Giancarlo Giannini, de “Il dolce canto degli dei”, rappresentato al Festival di Taormina e in altre prestigiose locations.fonte: Ufficio Stampa del Comune di Cosenza
Print Friendly, PDF & Email





To Top