Cultura&Spettacolo

La scuola come inclusione e cooperazione. I video musicali dell’Istituto Omnicomprensivo di Luzzi

Istituto Omnicomprensivo di Luzzi

COSENZA – La forza della musica per riempire il vuoto nel quale è precipitata la vita quotidiana con il diffondersi del coronavirus e durante il lockdown. Sono stati soprattutto i ragazzi delle nostre scuole a reagire in maniera intelligente e con grande maturità alle restrizioni necessarie a contenere il contagio, reinventandosi un nuovo modo di comunicare e alternando le ore di didattica a distanza con delle vere e proprie performance musicali offerte dal chiuso della propria stanza delle rispettive abitazioni.

In questo periodo si è assistito ad una vera e propria proliferazione di esibizioni musicali sulla rete che hanno reso meno gravoso il peso della distanza e dell’isolamento domestico. In particolare tantissimi sono i i contributi che sono venuti dalle scuole.

Fra le iniziative più interessanti i due video musicali proposti da una band formata da allievi dell’Istituto Omnicomprensivo di Luzzi (che raggruppa il Liceo Classico, il Liceo artistico e la scuola secondaria di primo grado).

Il primo video riguarda la riproposizione, alla loro maniera, del celebre brano “Dont tell me” (video qui) della cantautrice canadese Avril Lavigne. La voce, nel video, è della studentessa Anna Scarpelli, accompagnata al basso da Marta Piluso, Francesco Giorno alla batteria, Lorenzo Benvenuto alla chitarra e da Antonio Dima e Andrea Crocco, entrambi alle tastiere.

Nel secondo video viene invece reinterpretato il brano “Gli ostacoli del cuore” (il video) portata al successo da Elisa e scritta per lei da Luciano Ligabue. Rispetto alla formazione del primo video cambia solo la vocalist e a rifare il pezzo di Elisa è Ludovica Massafra, brava quanto Anna Scarpelli nella prima performance.

Questo “piccolo miracolo” che ha visto protagonisti i ragazzi dell’Istituto Omnicomprensivo di Luzzi non sarebbe stato possibile se non ci fossero stati la spinta, l’intuizione e l’impegno anzitutto della dirigente scolastica Adele Zinno e poi di due insegnanti: Walter Giorno, docente di strumento musicale che ha adeguatamente preparato i ragazzi e coordinato i due video, e Alessandra Giorno, insegnante di latino e greco del Liceo Classico di Luzzi che si è molto adoperata per la diffusione del prodotto finale di questo lavoro collettivo, essendo responsabile della scuola per i rapporti con l’esterno. Ad Alessandra Giorno anche il merito di essere l’insegnante delle due vocalist della band, Anna Scarpelli e Ludovica Massafra, allieve di prima liceo e brave sia a cantare che in latino e greco, alle prese con Lucrezio, Eschilo od Euripide.

L’obiettivo dell’iniziativa, che ha preso corpo durante la sospensione delle attività didattiche in presenza, è stato quello di dimostrare che anche a distanza la scuola non abdica al suo ruolo, fondamentale, di agenzia formativa, volta a sviluppare valori come l’inclusione e la cooperazione, principi irrinunciabili per diventare e sentirsi sempre di più cittadini di un mondo globalizzato.

E, a giudicare dai risultati, l’Istituto Omnicomprensivo di Luzzi ha fatto centro!

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com