8@30 Style

L’anno rotariano al Castello svevo arriva all’epilogo

Verre, Sindaco, ElenaCOSENZA – L’ultima serata dell’anno rotariano 2014-15 del Rotary Club Cosenza NordSerata è da ricordare come fra le più riuscite. Ieri, nel Castello svevo appena riaperto al pubblico dopo il restauro conservativo e funzionale erano presenti come ospite d’eccezione il Sindaco Mario Occhiuto, i soci e le autorità rotariane, i Presidenti di Club e alcuni dei molti ospiti-relatori succedutisi nei mesi. Nella Sala del Trono la Presidente Elena Scrivano ha tracciato un bilancio del proprio anno affidandosi a un foto-racconto di quindici minuti. Nelle immagini del video sono passati i progetti avviati, le innumerevoli riunioni del Club, le relazioni su temi sempre diversi, la ricca comunicazione che ha contrassegnato l’anno condotto da una giornalista. Subito dopo, è stato accolto nel Club come socio onorario il dottor Francesco Romano, ostetrico ginecologo molto stimato e rotariano fin dal 1953, “per l’incessante, generosa, esemplare testimonianza di servizio professionale e rotariano”. Negli ultimi anni il dottor Romano, responsabile del Gruppo Volontari del Distretto 2100, è stato più volte in Africa a prestare assistenza a quelle popolazioni. Un affettuoso e grato saluto è pubblicostato espresso al nuovo socio dal dottor Mario Senatore, che di Romano è stato allievo e collaboratore. La seconda parte della serata è stata dedicata interamente al Sindaco Occhiuto, il quale per la prima volta, ha esposto in pubblico le linee guida del Piano strutturale comunale, cui l’Amministrazione lavora da quattro anni e ormai in procinto di essere portato al vaglio del Consiglio comunale. Occhiuto, che era accompagnato dalla dirigente dell’Ufficio del Piano del Comune arch. Lorenza Tucci, ha illustrato, riscuotendo notevole interesse fra i presenti, una nuova filosofia di pianificazione urbana, fondata non più sull’espansione dei volumi e della città, ma sulla riqualificazione dei vari quartieri, ciascuno da valorizzare attraverso la cura degli elementi caratterizzanti e, laddove serve, attraverso l’inserimento delle funzioni mancanti. Il Piano è tanto più importante se solo si pensa che l’ultimo strumento di pianificazione complessiva approvato dal Consiglio Comunale fu la Variante Generale al Piano Vittorini nel 1995. E il Vittorini era del 1972. Elena Scrivano ha concluso ringraziando tutti i soci e, in particolare, i suoi collaboratori dello Staff dirigenziale e del Consiglio direttivo. Il prossimo 8 luglio appuntamento si terrà a Villa Quintieri di Carolei per il passaggio delle consegne da Elena Scrivano al Presidente 2015/2016 Rossella Napoli.

Print Friendly, PDF & Email

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com