Cultura&Spettacolo

“L’onore perduto di Katharina Blum”, successo per la prima stagionale del TAU

Rende (CS)- Fortissima risonanza quella ottenuta ieri, per la prima stagionale, al Teatro Auditorium Unical.“L’onore perduto di Katharina Blum”, con la regia di Francesco Però, apre nel migliore dei modi la stagione teatrale 2019/2020 del TAU.

Katharina Blum, l’occhio del ciclone

La vicenda si svolge in Germania. Katharina Blum, governante di una facoltosa famiglia negli anni ’70, conosce ed entra in intimità con il giovane Ludwig ad un ballo di carnevale. Quest’ultimo criminale, e ricercato dalla polizia. Ignara di ciò, Katharina, dopo aver trascorso la notte con il fuggitivo, gli offre una via di fuga attirando a sé tutto il polverone mediatico del caso. Infatti, il giornalista Tötges violerà la privacy di Katharina, manipolerà le informazioni  per ottenere la prima pagina del giornale per cui scrive, spedendo nell’oblio la giovane. Una storia struggente ispirata all’omonimo romanzo, vincitore del Nobel per la letteratura nel 1974, di Heinrich Böll. Katharina donna metodica e di principi, costretta a subire un’evoluzione. Una trasformazione dettata da un’ironia isterica e da una realtà a tratti surreale che sorprende il pubblico del TAU. Platea con il fiato sospeso fino alla fine per la risoluzione di questo enigmatico “giallo”.

Il teatro contemporane…amente

Singolare è il modo in cui vengono intersecati gli avvenimenti. In una scenografia studiata, aperta alla contemporaneità di più di una scena rappresentata, dialoghi apparentemente slegati si fondono. Da sottolineare l’accuratezza non solo nella ricerca del punto nevralgico in cui legare più scene sul palco ma, soprattutto, nel rappresentare in modo paritario dialogo diretto e indiretto negli stessi personaggi. Cifra stilistica altissima che raccorda non solo i dialoghi, ma tutto il ventaglio dei temi che fuoriesce dalle vicende. Omicidio politico, potere dei media, manipolazione di informazioni, impotenza di fronte alle forze dell’ordine, sono tutti temi che danno un peso culturale forte allo spettacolo.

Radonicich sommersa dagli applausi

L’adattamento di Letizia Russo diventa di fine fattura sotto la regia di Però. Tutta la “Compagnia del Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia” merita ogni lungo applauso ricevuto nella serata di ieri. Ad onor del vero va sottolineata la grande prova di Elena Radonicich nei panni di Katharina. La famosa attrice di fiction di rilievo nazionale, emoziona il TAU e detta, come un cocchiere, l’intreccio della storia per tutto lo spettacolo.

Un inizio di stagione importante e di buon auspicio per il TAU,  che stasera ospiterà l’ultima replica de “L’onore perduto di Katharina Blum”.

Print Friendly, PDF & Email

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com