Cultura&Spettacolo

“Mò vi mento – Lira di Achille” al Festival del cinema di Napoli e di Salerno

Mò vi mento 2

Mò vi mentoCOSENZA – Dopo gli applausi e i tanti apprezzamenti raccolti alla 75ª Mostra d’Arte Cinematografica di Venezia, dove è stato proiettato all’interno della sezione “Venice Production Bridge” lo scorso 31 agosto, nuove e importanti passerelle sono in arrivo per il film Mò vi mento – Lira di Achille. 

A Napoli per l’anteprima campana

La commedia satirica, prodotta dalla FG Pictures, nota società di produzione cinematografica di Roma, per la regia di Stefania Capobianco e Francesco Gagliardi e co-prodotta dagli stessi insieme a Giuseppe Picone, sarà infatti presentata il prossimo 25 settembre, alle ore 21,30, alla 20ª edizione del Napoli Film Festival. Prima della proiezione Photo call e incontro dibattito con gli autori. Napoli Film Festival

Non mancano le risate

Dunque un’altra vetrina autorevole per la commedia che vanta un cast artistico d’eccezione (da Enrica Guidi a Giovanni Scifoni, da Benedetta Valanzano a Daniele Monterosi fino a Tony Sperandeo) e che racconta la storia di un matrimonio ripetutamente rimandato, di un neonato movimento politico e di una sarabanda di personaggi che daranno vita ad equivoci a catena e che culmineranno in un finale con fuochi d’artificio. Una commedia tutta italiana che colora alcuni aspetti legati al panorama politico e sociale del nostro paese dando un messaggio forte, penetrante e allo stesso tempo divertente e paradossale. 

Alla prima di Napoli saranno presenti, insieme ai registi, gli attori Tony Sperandeo, Alvaro Vitali, Andrea Roncato, Antonella Stefanucci, Benedetta Valanzano, Barbara Bacci, Enrica Guidi, Adolfo Margiotta, Daniele Monterosi, Rocco Ciarmoli, Stefano Tricarico e il produttore Giuseppe Picone.

Il film raddoppia a Salerno

Dopo Napoli, la pellicola sarà anche in concorso al Festival Internazionale del Cinema di Salerno, in programma dal 26 Novembre all’1 Dicembre 2018.

Il film che parla di Zaccanopoli

Come si ricorderà il film ha fatto parlare di sè anche in Calabria perchè dà lustro a Zaccanopoli, piccolo centro del Vibonese racchiuso tra il mare e la montagna. La citazione di Zaccanopoli era stata accolta con soddisfazione e curiosità dai circa 700 abitanti, compreso il sindaco Pasquale Caparra, invitato dalla produzione alla presentazione al Festival di Venezia.  

Print Friendly, PDF & Email

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com