Cultura&Spettacolo

Moda Movie 2012: Immaginari Urbani

COSENZA – Si è conclusa ieri sera nella Multisala RiverVillage di Zumpano, con allegra soddisfazione del patron Sante Orrico, l’edizione 2012 di Moda Movie Serata Evento Cinema che anche quest’anno ha voluto premiare l’originalità e la fantasia della classe creativa emergente impegnata nella ricerca delle molteplici implicazioni che fondano il rapporto tra il cinema e la città.
Una lunga giornata quella di ieri che ha visto, fin dal primo pomeriggio, la proiezioni dei sette video finalisti e in serata la proclamazione dei primi tre classificati.
Il terzo posto se lo sono aggiudicato Ginevra Berti e Luciano Cimino autori del videoclip “Reato D’Emozioni” del duo hip hop cosentino Kiave & Macro Marco.
Il video è girato a Cosenza ed è proprio la città dei Bruzi la vera e sola protagonista, essenziale, scrutata in tutti i suoi angoli, abilissimi Berti e Cimino nel sottolinearne i cambiamenti, le rivoluzioni, le metamorfosi che ha subito nel corso del tempo.
Il secondo posto, decisamente combattuto, spetta a Samuel Mac Fadden con il suo “Andromache”, un breve documentario che racconta di nefasti conflitti razziali, di lotte tra bande rivali, della continua ricerca di un amore e della speranza di un riscatto esistenziale.
Tutto questo avendo come sfondo una malinconica Dublino rappresentata nei suoi vicoli stretti, nei suoi palazzi, lungo i viali e in tutti i volti che la abitano.
Dopo un difficile testa a testa con Mac Fadden ad aggiudicarsi il primo posto è “Il Rappresentante” diretto da Marco Caputo e scritto da Davide Imbrogno. A sostenerli in questo primo lavoro ci sono attori come Dante De Rose nel ruolo de il Rappresentante, Giovanni Turco, Marisa Casciaro, Renato Costabile, Nausica Sganga e il promettente Marco De Rose.
Il cortometraggio che odora e a tratti puzza di estrema contemporaneità, racconta di una famiglia come tante, magnificamente monotona, divisa e tesa tra la voglia di evasione tipica della poesia e l’inclemente realtà.
Ma tutto cambia quando nelle loro esistenze entra a far parte un rappresentante un po’ anomalo. Anche in questo corto è Cosenza la cornice perfetta di una storia fatta di rancori, di desideri, di sconforto ma anche di disperato bisogno di salvezza.
La serata si è conclusa con la proiezione di City Sounds video montato da Mauro Nigro per Mad Company realizzato con immagini tratte dai grandi classici del cinema dedicati alla città, immagini rinvigorite dalle note dei Camera 237.

Gaia Santolla

Print Friendly, PDF & Email

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com