Cultura&Spettacolo

Mrs. Tristezza arriva ad AltArt

mrs.tristezza n.3

COSENZA – L’associazione culturale AltArt dopo una stagione ricca di straordinari eventi artistici si ferma per una meritata pausa estiva, almeno per quanto riguarda l’allestimento di mostre, ma non prima di regalarci un’ultima inaugurazione, la personale di Marco Brusco Mrs. Tristezza a cura di Stefania Lecce.

Marco Brusco è un giovane artista autodidatta che fin da piccolo coltiva la sua devozione per l’arte in tutte le sue sperimentazioni, dal disegno alla pittura digitale, questa passione parte da un suo tormento interiore per poi diventare il solo rifugio per fuggire dal quotidiano, riscattando l’amarezza della vita terrena nell’estasi pura dell’arte espressiva. I suoi lavori sono per lo più astratti, tendono verso una rappresentazione simbolica della realtà, non statica, non cristallizzata, ricercandone la molteplicità dei significati in tutte le sue ripetute variazioni.

Mrs. Tristezza è una delicata e raffinata collezione di disegni eseguiti a carboncino su carta bianca, incorniciati da una semplice cornice nera, il titolo diventa un ossimoro associandolo a questa serie di volti femminili con gli occhi chiusi ma dall’aria incantevole.

Infatti i volti di queste donne non sembrano per nulla tristi, anzi oltrepassano il rammarico, il tormento, la noia per ritrovarsi in uno stato di pace intima simile a quella del sonno, quando nulla è veramente perduto e infondo tutto può di nuovo ricominciare. Volti di donne che vivono la tensione lieta del desiderio quello che ha a che fare con il trascendente, che entra in contatto con il divino, che aspira senza mai approdare del tutto.

Mrs. Tristezza n.8

I tratti sono leggeri, quasi soffici ma delineano perfettamente i dettagli, le espressioni di quei visi che sembrano coltivare serenamente il desiderio, immerse ed alienate nel tempo e nello spazio che godono dell’attesa, giorno dopo giorno, come momento intenso, portatore di quel vuoto necessario per poter accogliere la meraviglia di qualcosa di immaginato e di fantasticato che prima o poi arriverà. Ed ecco che la tristezza lascia il suo posto al coraggio di accettare i limiti intrinseci della vita e la felicità diventa una costruzione lenta e sfumata di piccole gioie che elimina tutte le false mete e rinuncia alla trappola della perfezione.

La mostra Mrs. Tristezza è stata inaugurata ieri pomeriggio e resterà aperta e visitabile fino al prossimo 23luglio.

Gaia Santolla

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top