Cultura&Spettacolo

Corigliano, la magica Notte della Taranta 2018

Notte della Taranta

CORIGLIANO ROSSANO (Cs) – Una travolgente “Notte della Taranta” ha infiammato il “Quadrato Compagna” di Schiavonea sabato scorso. La quinta edizione ha ricalcato i successi precedenti, facendo registrare ancora una volta un pieno di pubblico.

Manifestazione è stata predisposta da “Musica Oltre le Barriere” by Francesco Verardi grazie alla cooperazione di diversi enti e partner. 

Ad animare, scaldare e soprattutto far ballare la piazza, per oltre due ore, Serena della Monica e le “Ninfe della Tammorra” in arrivo dalla costiera amalfitana. I ritmi impetuosi e avvolgenti della tammorriata hanno generato una serata sfrenata. Serena della Monica, leader del gruppo, ha sfoderato molteplici qualità: da graziosa ammaliatrice a sublime organettista, ottima percussionista e spettacolare danzatrice. Eccellenti le performance delle altre due Ninfe come Sara Schiavo per voce, tamburi a cornice e Carlotta D’Avino ai tamburi a cornice. Plausi anche agli strumentisti Gianmarco Volpe, chitarre, mandole, plettri, Livia Amleto, violino, Giovanni Volpe, percussioni, tamburi a cornice, e il bassista Diego Iannaccone. Pubblico, letteralmente rapito, che ha interagito in simbiosi col palco grazie soprattutto grazie al vasto repertorio e che ha spaziato dalla tammorriata classica napoletana alla tarantella calabrese, dalla pizzica salentina a qualche brano siciliano, toccando anche temi sul feminicidio.

La “Notte della Taranta”, inserita nel circuito della muova rete turistica, non ha quindi tradito le aspettative regalando ore di divertimento e vitalità.

Presenti cittadini del comprensorio, amanti della taranta, turisti, emigranti tornati per le vacanze per mix più che esplosivo e cifre da record. Edizione 2018 dedicata a due amiche della manifestazione, prematuramente scomparse, ossia Rosa Rimoli, collaboratrice della Notte della Taranta, e ad Anna Paola De Luca, qualche anno addietro protagonista sul palco con il suo gruppo popolare coriglianese. Gradito il percorso enogastronomico curato dall’associazione “Solo cose buone” con tante raffinate delizie. Ricca anche la riffa abbinata che ha regalato come primo premio un week-end a Palermo e diversi altri premi. Da Bova Marina anche uno stand di lira calabrese grazie al famoso liutaio e restauratore Francesco Siviglia.

Già in cantiere la prossima edizione tra tra novità e tradizioni

Il promotore Verardi ha ringraziato tutte le componenti che hanno reso possibile la riuscita dell’evento e visto l’alto gradimento è già al lavoro, insieme allo staff, per la sesta edizione, già in cantiere, che si preannuncia ancor più ricca.

Print Friendly, PDF & Email

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com