Cultura&Spettacolo

Presentato il cartellone di “Libri a Palazzo”. Tante altre iniziative in programma a Mendicino

MENDICINO (CS) – Sarà l’amore smisurato per il territorio, la voglia di farlo vivere, raccontare. Il mix di brio, lungimiranza e sana voglia di mettersi in gioco ha fatto sì che venisse partorita “Libri a…..Palazzo ” incontri con gli autori, la rassegna culturale a costo zero nata da un’idea del sindaco Antonio Palermo e della consigliera Margherita Ricci che si terrà a Palazzo Campagna dal 30 maggio al 20 settembre. «Nata nel 2015 un po’ in sordina, la rassegna, giunta quest’anno alla IV edizione, è col tempo cresciuta e ha accolto un pubblico sempre più numeroso. Quest’anno, grazie al sindaco, ospiteremo nomi della letteratura noti a livello internazionale».

IL CALENDARIO DEGLI INCONTRI

«Si comincerà la settimana prossima, il 30 maggio alle 18,30 con Maria Pisani, vincitrice per ben due volte del Premio della Cultura sezione Narrativa, che presenterà “Gli Eredi”; il 14 Giugno Carmine Abate, vincitore del Premio Campiello nel 2012 e del Premio Stresa del 2016, che presenterà il suo ultimo libro “Banchetto di nozze e altri sapori”; il 20 giugno sarà presente Gioacchino Criaco, autore del famosissimo “Anime Nere” da cui è stato tratto l’omonimo film, vincitore di nove David di Donatello e tre Nastri d’Argento, che presenterà il suo ultimo libro: “La Màligredi”; il 27 giugno sarà la volta di Luigi Politano, giornalista ed editore che scrive anche per giornali di New York, Londra e Berlino, che presenterà “Pippo Fava. Lo spirito di un giornale”; il 4 luglio sarà protagonista “Potere e Poteri. Il backstage della politica calabrese” di Attilio Sabato, direttore responsabile di Ten; l’11 luglio Palma Comandè, nipote di Saverio Strati, che presenterà “Prima di tutto un uomo ” la storia dello scrittore calabrese poco conosciuto; il 19 luglio Eliana Iorfrida, vincitrice del Premio RAI La Giada con “Sette paia di scarpe”, parlerà del suo “Antar”; il 27 luglio Antonio Ciappina, autore “Vortice d’amore”; il 5 settembre Don Giacomo Panizza, fondatore del progetto Sud, che parlerà del suo libro “Cattivi Maestri, la sfida educativa alla pedagogia mafiosa”; il 12 settembre Enzo Ciconte, scrittore, docente e consigliere regionale che presenterà “La grande mattanza”. La rassegna chiuderà i battenti il 20 settembre con Assunta Morrone, dirigente scolastico ed autrice di libri per bambini, che presenterà il suo ultimo libro “Ardian che voleva svuotare il mare”», annuncia Margherita Ricci. «Un calendario di nomi prestigiosi per una rassegna che abbina scrittori calabresi ad una platea di lettori provenienti dalla Calabria», dice entusiasta il sindaco Antonio Palermo.

NON SOLO LIBRI

Non saranno solo i grandi nomi della scrittura ad attrarre il pubblico e ad invogliarlo a venire Mendicino. Tante le iniziative pensate per attirare curiosi e amanti della natura, della cultura, della socialità e del buon cibo. «La scorsa domenica è iniziata la IV edizione delle “Feste di primavera” un evento che si compone di quattro giornate ospitate nei principali quartieri della città; sabato verrà inaugurato il mercato settimanale che si svolgerà ogni sabato dalle 8 alle 13 in Piazza Duomo, un’opportunità per far crescere l’economia locale e per poter ammirare le bellezze del centro storico; a partire da domenica 27 maggio il borgo si trasformerà in una grande area pedonale: dalle 10 alle 22 cittadini e visitatori potranno passeggiare tra i vicoli per ammirare le bellezze del centro storico e visitare Palazzo Campagna, il Duomo, il Museo della seta, la Torre dell’orologio; chi vorrà potrà partecipare in modo gratuito al trekking urbano che partirà in Piazza Municipio alle 11».

Ph. Ignazio Giordano

«A partire da domani- ricorda Luigi Gaudio, presidente dell’associazione “Maschera e volto”- presso la biblioteca comunale inizierà un ciclo di iniziative pensate per dare voce ad artisti mendicinesi. Il 23 giugno, alle ore 20, e il 24 giugno, alle 18, gli attori della compagnia “Ibaki” saliranno sul palco del teatro comunale mettendo in scena “Il malato immaginario” di Molière». Tanti gli eventi che inizieranno a breve, tanti altri quelli in fase progettuale pensati, come dice sempre con orgoglio il sindaco, «per vivere e far conoscere uno dei centri storici più belli della Calabria».

Rita Pellicori

 

 

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top