Imprese

A Bruxelles la “Calabria digitale” che piace e innova

BRUXELLES – Presso il Parlamento Europeo l’associazione “Calabresi Creativi” ha organizzato una giornata di studio, “Calabria Digitale”, un momento di confronto tra le startup ed eccellenze digitali, rigorosamente calabresi, e le istituzioni regionali ed europee, per fare il punto sulla digitalizzazione nella regione, tra punti di forza da valorizzare e debolezze da sostenere. Ad aprire l’incontro, Andrea Cozzolino, eurodeputato del Gruppo S&D e presidente della Commissione Affari Regionali, cui ha fatto eco Gianni Pittella, presidente, che ha sottolineato l’importanza dei fondi strutturali, “per creare sviluppo, e non per creare consenso”. Anche l’europarlamentare calabrese Laura Ferrara ha voluto ricordare l’impegno del suo gruppo, il M5S, sul tema della connettività, volto a sostenre l’innovazione in Calabria.

La prima sessione, dal titolo “Ricette digitali per lo sviluppo territoriale” coordinata da Domenico Rositano si è aperta con l’intervento di Paolo Praticò, Dg del settore Programmazione della Regione Calabria, anch’egli concorde nell’importanza dei fondi POR per sostenere l’innovazione, dalla conferma del progetto CalabriaInnova alla pianificazione sulla strategia di sviluppo S3: “Veniamo a Bruxelles a raccontare una storia fatta di risultati – ha dechiarato – abbiamo deciso, ascoltando gli operatori, su quali settori intervenire e aprendoci anche alla valutazione dei nostri interventi. Inoltre, a marzo avremo i primi bandi totalmente digitalizzati. Vogliamo togliere completamente la carta dalle procedure pubbliche”. Filippo Munisteri, analista economico della DG Connect ha poi illustrato i dati relativi alla banda larga in Calabria, confermando come, al momento, la Calabria sia il territorio più cablato in Italia. Non sono mancate voci dal mondo accademico regionale, come Domenico Talia dell’Università della Calabria, che ha mostrato il lavoro compiuto dal Liaison Office e dal Technest nel sostenere le startup calabresi, e Claudio De Capua dall’Università Mediterranea di Reggio Calabria che, invece, ha portato la testimonianza del Contamination Lab.

La seconda sezione ha visto l’intervento di Antonio Mazzei, project manager di CalabriaInnova che ha illustrato gli interventi realizzati nel primo ciclo di incentivi a sostegno di imprese e startup. Tra i numerosi relatori, comunque, non è mancato lo spazio dedicato alle testimonianze di alcune delle più importanti imprese innnovative in Calabria, quali ViaggiArt, presentata da Giuseppe Naccarato e Altilia da Massimo Ruffolo. A conclusione dell’incontro, l’intervento del consigliere regionale Giuseppe Aieta, presidente della commissione Bilancio e Programmazione, che non ha mancato di ribadire il sostegno da parte del Governatore Oliverio che “ha tenuto per se alcune deleghe, tra cui quella all’innovazione, proprio perché la ritiene centrale per il suo progetto amministrativo e ci crede tanto. Impegneremo tante risorse e faremo in modo di ascoltare le istanze che verranno da quelle che rappresentano a tutti gli effetti delle vere e proprie eccellenze calabresi”.

Print Friendly, PDF & Email

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com