Chiave dal Basso

Chitarra, Voce e Una Mezzanota

Rilassante tocco di chitarra e voce calda. Oggi vi farò conoscere il mondo “Mezzanota” di Chiara Jerì e Andrea Barsali, duo acustico toscano.
Il cd Mezzanota, autoprodotto dai due artisti, accompagna l’ascoltatore in un tempo passato, dove Fabrizio De Andrè e Domenico Modugno raccoglievano le storie comuni per renderle eterne in poesia. Un tempo malinconico, raccontato e colmo di sentimento.

Chiarà Jerì, buona penna per i suoi testi, ci regala le sue parole in maniera dolce e profonda, quasi sussurrata, come nel brano “La ballata della Ginestra” che racconta di lontananza e di parole scritte su carta per avvicinare il più possibile due persone ad una carezza immaginaria “Ti scrivo nel momento più pulito e scrivo a te che sei il mio grande amore, strappato e ricucito in quell’istante che il sonno mi concede tra pace e sangue“.

Alterna in altri brani una forza che può trasmettere all’ascoltatore un messaggio chiaro e forte, come lo sdegno per la terribile morte di Giannino Losardo, ex sindaco di Cetraro e vittima di Mafia nel lontano 21 giugno 1980, nella ballata “Innesco e sparo“. “Sentieri d’omertà tracciati a stento che sfiorano le rive del lamento, il braccio come scure per un colpo e storia di un eroe che non ha volto. Il tempo si è rotto, veleno e gioco sporco.”

Andrea Barsali & Chiara Jerì

Un temporale introduce il quinto brano del disco, il “Notturno Delle Parole Scomposte“, brano vincitore del concorso “Un notturno per Faber” 2009, organizzato a Genova dalla Fondazione De Andrè e Myspace Italia. Il legame con il grande De Andrè si palesa  in questo brano in minore, motivo di ispirazione per l’intero lavoro. “Esco sotto la pioggia e bagno la faccia di lacrime e rugiada”, poesia e anima.

Il Singolo Vorrei ha lanciato l’uscita del disco con un suggestivo videoclip. Il pezzo è caratterizzato dal trasporto delicato di una canzone d’amore. “In questa mia notte che sa di lucciole vorrei tu sognassi senz’abitudine, vorrei che il tuo volo avesse il mio sorriso in fondo ai tuoi occhi che lo trattengono ancora, in me”.

Un lavoro fatto con il cuore, bloccando “l’istante in cui l’Intenzione diventa Musica“.
Mezzanota è un neologismo, è un attimo, è imperfezione viva, è fruscio, è creazione, è voce che si stacca dal pensiero e diventa musica, è suono che saluta le dita e diventa ambiente; ma non è musica e non è ambiente, è tutto quello che c’è prima di arrivarci e tutto quello che c’è dopo aver pensato di arrivarci“.

Sarebbe un piacere ascoltare ancora Chiara Jerì e Andrea Barsali in un lavoro futuro sorretto da arrangiamenti orchestrali che possano conferire ulteriore valore ai loro pezzi.

Il disco Mezzanota è disponibile nei principali digital stores e nel webstore di CDbaby  nel doppio formato sia in digitale sia nel classico supporto rigido. Mezzanota è, inoltre, disponibile in vendita anche a Genova, nell’emporio-museo della canzone d’autore genovese, in “ViaDelCampo29:Rosso” dove si custodisce la mitica chitarra Esteve di Fabrizio De Andrè.

Per Maggiori Informazioni visitare la Pagina Facebook o il Sito Internet.

Sito Internet Ufficio Stampa  Top1Communication.

 

 

 

Miriam Caruso

Print Friendly, PDF & Email

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top