In Evidenza

Il sindaco Mario Occhiuto avvia una collaborazione fra il teatro Rendano e la facoltà di Musica dell’Università romena di Timisoara

Il sindaco Mario Occhiuto ha ricevuto nei giorni scorsi a Palazzo dei Bruzi il professore Walter Kindl, magnifico rettore della Facoltà di Musica dell’Università dell’Ovest di Timisoara (Romania) alla presenza dell’assessore alla Comunicazione Rosaria Succurro, di Mimmo Barile, presidente della FIELD Calabria, della maestra d’Arte Rosalba Magnoli, presidente dell’Accademia Delle Arti di Cosenza e del maestro Leonardo Saraceni, direttore dell’Università Europea Della Musica.
Un incontro all’insegna della cordialità e della futura cooperazione artistica fra l’amministrazione comunale cosentina e la Facoltà di Musica di Timisoara, al fine di permettere agli studenti dell’Università Europea Della Musica, attiva a Cosenza dallo scorso Ottobre, di essere coinvolti in percorsi di formazione e nella relativa stagione concertistica. Quest’ultima, ne è convinto il sindaco Occhiuto d’accordo con il professore Kindl, potrà essere inserita sia nella prossima stagione del teatro Rendano sia in quella del teatro dell’Opera della Filarmonica di Timisoara, che è universalmente riconosciuto come una delle più prestigiose istituzioni musicali europee.
Mimmo Barile, che ha sostenuto l’iniziativa attraverso il Patrocinio gratuito della Fondazione Field Calabria, ha inoltre esposto i motivi che hanno dato origine al Protocollo di intesa fra l’Università Europea Della Musica di Cosenza e la Facoltà di Musica Romena, sottolineando i vantaggi che un giovane studente di musica potrà avere per il proprio futuro di interprete e/o docente, sotto l’aspetto professionale oltre che didattico, attraverso il conseguimento della Laurea in Musica di primo, secondo livello e del dottorato, a cui si può accedere dopo un solo biennio pre-accademico.
Il maestro Saraceni ha infine illustrato quelli che saranno i futuri obiettivi artistici e didattici di questa collaborazione, sicuro che l’iniziativa, unica ed esclusiva in Italia, darà ai tanti giovani aspiranti musicisti delle concrete certezze riguardo alla propria carriera, al fine di realizzare ed esprimere le proprie doti musicali ed artistiche in contesti prestigiosi e di levatura internazionale.
Fonte: Ufficio Stampa Comune Cosenza

Print Friendly, PDF & Email





To Top