In Evidenza

Intolleranza razzista: Claudio Nigro prende difese di un Consigliere del comune di Padova

th (8)

Claudio Nigro

Solidarietà del Presidente della Commissione Cultura Claudio Nigro al consigliere comunale di Padova, originario della provincia di Cosenza, definito “terrone” dal primo cittadino del capoluogo veneto. Il Presidente della Commissione Cultura di Palazzo dei Bruzi Claudio Nigro prende le difese del consigliere comunale di Padova, Antonio Foresta, originario di Grimaldi, in provincia di Cosenza, apostrofato come “terrone” dal Sindaco del capoluogo di provincia veneto, durante una seduta del consiglio comunale. “Il comportamento del Sindaco leghista di Padova Bitonci – afferma in  una dichiarazione Claudio Nigro – è a dir poco inqualificabile e va assolutamente censurato. Non è la prima volta che nell’assemblea comunale della città di Padova accadono di questi episodi. Un altro precedente, che ebbe, guarda caso, come vittima sempre il consigliere cosentino Antonio Foresta, si verificò nel 2012 e se ne rese protagonista sempre il sindaco della città di Sant’Antonio che allora  era Flavio Zanonato. Zanonato presentò, in quella occasione, le sue  scuse. Spero che anche Bitonci, l’attuale primo cittadino, si affretti a
fare altrettanto. Non è possibile – dice ancora Claudio Nigro – che la civilissima Padova, peraltro legata a Cosenza da un prestigioso rapporto filosofico-culturale che ha accomunato, sin dai tempi di Bernardino Telesio e Tommaso Campanella, le due città e poi sfociato in tempi recenti in una consolidata tradizione di scambi di carattere scientifico, culturale e sportivo, sia governata da figure che continuano a perseverare sulla strada delle profonde divisioni tra Nord e Sud, non perdendo occasione per ribadire a più riprese la loro intolleranza e la loro immotivata intransigenza”

Print Friendly, PDF & Email

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com