Cine8@30

Trono di Spade 5: l’Inverno è Arrivato

got 5

Termina anche la quinta stagione del telefilm che sta entrando nella storia e nella memoria dei telespettatori di tutto il mondo. Stiamo parlando della serie tv via cavo del canale americano HBO, Game of Thrones, conosciuta in italia come il Trono di Spade, tratto dalla raccolta di libri di George R. R. Martin “Cronache del ghiaccio e del fuoco”. Ricordiamo che questa stagione sarà l’ultima in cui Martin sarà regista della serie (in modo egregio ndr.), vista la necessità da parte dell’autore di dedicarsi alla stesura del prossimo libro della collana. I telespettatori italiani che hanno seguito la serie su Sky Atlantic si aggirano intorno ai 270mila a puntata che, per un canale pay, è un ottimo traguardo.
Anche se l’inizio di stagione ha faticato a entusiasmare gli spettatori, le ultime tre puntate sono state davvero sensazionali: battaglie tra personaggi inaspettati, momenti toccanti, colpi di scena e, per concludere, la consueta pratica attuata quasi per divertimento da Martin e cioè quella di far uscire di scena personaggi che gli appassionati della serie amano (vedi quasi tutta La famiglia Stark).got 2

Questa stagione introduce due nuovi mondi di cui fino a questo momento avevamo solo sentito parlare: il regno di Dorne e la città libera di Bravos. Non si può non ammirare la bellezza, la tenacia e la caparbietà delle donne di Dorne, famose in tutti i 7 regni e anche oltre il mar stretto per bellezza e pericolosità, proprio come la vipera che simboleggia il casato Martell. Tra queste facciamo la conoscenza delle figlie del nostro defunto Oberyn Martell. Alla guida di Dorne troviamo il Principe Doran, fratello di Oberyn, personaggio davvero scaltro e gran conoscitore delle politiche estere che riuscirà a mantenere la pace tra la sua casata e il resto dei sette regni. Per quanto riguarda Bravos, i suoi cittadini e la stessa Banca di Ferro, sono ancora molti i misteri che rimangono irrisolti anche dopo la fine di questa stagione.

Scopriamo inoltre la pericolosità dei piccoli signori delle altre casate: non solo i “legittimi” sovrani del trono di spade muovono guerre per le conquiste ma anche altre famiglie con interessi diversi come la casata dei Bolton nel Nord. Punto focale all’interno della trama si rivela Lord Baelish “dito corto” che sta per raggiungere i suoi sinistri obiettivi iniziati con l’omicidio di Re Joffrey. Seguendo le varie stagioni, ma in particolare quest’ultima, non possiamo non notare alcuni cambiamenti nei personaggi di Sansa e Arya Stark, sorelle a cui è stato decapitato il padre davanti agli occhi e che sono state prigioniere di svariati signori terrieri. Le due sorelle, col proseguio della storia, stanno prendendo consapevolezza di chi sono e di ciò che rappresentano, accettando dei compromessi e dei piccoli sacrifici che le trasformano puntata dopo puntata in due donne alla ricerca di vendetta contro chi ha distrutto il loro regno, la loro famiglia e il loro casato.

got 3got 4

 

 

Ritroviamo un Sir Jorah Mormont che non ha nessuna intenzione di arrendersi e bisogna ammettere che la sua tenacia è innegabile, solo un soldato guidato dal vero amore per la sua regina sarebbe capace e perseverante come lui. Intanto colpiscono le rivolte che hanno luogo in situazioni diverse e lontane ma in qualche modo collegate per via di un governante non del tutto pronto a regnare. Le strade di Approdo del Re diventano terreno fertile del fanatismo da parte del Clero guidato dall’Alto Passero e a Meereen dai Figlia dell’Arpia.

got 6got 7

 

 

 

 

 

La stagione termina con un finale che lascia senza parole, come GoT (acronimo di Game of Thrones) ci ha sempre abituato ad aspettarci, e con una domanda che sorge spontanea: esiste qualcuno che sia capace di governare i sette regni e meriti di sedere sul trono di spade?

Fabrizio Alessi

 

Print Friendly, PDF & Email

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top