In Evidenza

Sila OfficinaliS, quest’anno l’undicesima edizione

Si dà il via a “Sila OfficinaliS”, una “cinque giorni” ricca di appuntamenti ed attività: escursioni in bosco, brainstorming, seminari tematici, conferenze internazionali, convegni tecnici e scientifici, affiancati da un esposizione di strumenti per la gestione forestale e selvicolturale, tutto incorniciato da una sessione poster allestita nell’antica segheria del Centro Visite Cupone del Parco Nazionale della Sila. L’evento è dedicato alla scoperta del patrimonio botanico, micologico, forestale ed ambientale della Sila ed al tema delle risorse di montagna tra biodiversità, ambiente, filiera legno e turismo sostenibile. Ideato oltre 10 anni fa dal Gruppo Naturalistico Micologico Silano, è organizzato con la ormai affermata collaborazione dell’ Ente Parco Nazionale della Sila, dell’ Ordine Provinciale dei dottori Agronomi e dottori Forestali di Cosenza, dell’Unical – dipartimento. di Farmacia, Salute e scienze della nutrizione, della Provincia di Cosenza, di ICEA, CIA, CONFAGRICOLTURA, COLDIRETTI E APROZOO. Tra gli Enti patrocinanti di questa edizione c’è la Regione Calabria con gli Assessorati all’Agricoltura e Foreste e alla Cooperazione Internazionale. Ma quest’anno c’è di più. A presentare l’evento sarà il Laboratorio Permanente sul Paesaggio Sila OfficinaliS, ovvero il laboratorio per l’attuazione di un “Sistema Integrato di sviluppo Locale per la Natura e l’Ambiente – OFFICINA delle Idee Sostenibili”, nato dal protocollo d’intesa istituito all’indomani dell’edizione 2012.

La rassegna tratterà diverse tematiche legate alle risorse naturali del paesaggio montano ed a quelle del sottobosco quali occasione imprescindibile per lo sviluppo dell’economia locale dei territori di montagna. L’edizione 2013 prevede una serie di iniziative di concerto con gli enti locali più rappresentativi del territorio, nonché con le categorie professionali e gli enti di ricerca che maggiormente si occupano di micologia e botanica, ma anche di tutela ambientale, gestione selvicolturale, promozione del territorio, caratterizzazione della biodiversità, valorizzazione del patrimonio naturale e turismo sostenibile. Fra questi, anche l’Ufficio Territoriale per la Biodiversità di Cosenza del Corpo Forestale dello Stato. Due le giornate che saranno dedicate ad un’escursione che toccherà diverse tappe in aree protette (Rete Natura 2000), e poi tre convegni, durante i quali verrà allestita una sessione poster sulle risorse naturali (coordinata dagli Ordini Professioni degli Agronomi e Forestali di Catanzaro,Crotone, Reggio Calabria e Vibo Valentia), sulla valorizzazione del bosco, del sottobosco, sulla zootecnia biologica in aree protette, sulle diverse forme di turismo sostenibile in aree di pregio naturalistiche, nonchè allestiti una esposizione di strumenti per la valutazione, pianificazione, progettazione e gestione delle risorse naturali, oltre che per la gestione forestale e selvicolturale a cura degli iscritti dell’Ordine degli Agronomi e Forestali di Cosenza.

Il primo appuntamento è previsto, dunque, domani 28 maggio con un seminario introduttivo sulla gestione sostenibile delle pinete di pino laricio e le Rete Natura 2000 del Parco Nazionale della Sila. L’escursione di circa 8 ore, prevista per il 29 maggio ed organizzata dall’Associazione Pro Silva Italia-Sez. sud, toccherà tappe di forte interesse naturalistico e di maestosa bellezza, quali Monte Pettinascura, Vivaio Sbanditi e Lago Votturino.

Il 30 e 31 maggio, invece, seguirà una “due giorni” molto ricca di argomenti attuali, sostenuta da importanti personalità italiane e straniere presso l’Università della Calabria.

Il primo appuntamento sarà il 30 maggio alle ore 9,30 presso la sala stampa dell’Unical, con una conferenza internazionale di Robinwood Plus sulle tematiche della biodiversità, biomasse e filiera legno, attraverso una serie di relatori nazionali ed esteri che porteranno il loro contributo con un serrato confronto con diverse realtà nazionali ed europee.

Il 31 maggio, invece, a partire dalle 9, il Rettore dell’Unical, Giovanni Latorre, Sonia Ferrari, Presidente dell’Ente Parco, Stefano Poeta, Presidente della Federazione degli Ordini dei dottori Agronomi e Dottori Forestali della Calabria, Lina Pecora, Presidente degli Agronomi e Forestali di Cosenza ed un nutrito parterre di prestigiosi relatori nazionali ed internazionali parteciperanno a questa giornata di confronto in cui si discuterà di biodiversità della montagna nel sistema agro-silvo-pastorale ed in particolare di biodiversità nel Mediterraneo come risorsa per l’industria alimentare, cosmetologia, farmaceutica e nutraceutica, oltre che del sistema territoriale tra conservazione della biodiversità e sviluppo.

Moderatori ed organizzatori della prima giornata saranno Giancarlo Statti, Professore Associato del dell’Unical – dipartimento. di Farmacia, Salute e scienze della nutrizione ed il Prof. Dimitar Ouzounov, Botanico Paesaggista di Chlora sas. L’ intervento sul trasferimento tecnologico sarà affidato a Riccardo Barberi, Delegato del Rettore Unical. Mimmo Cersosimo, Professore straordinario di Economia Applicata all’Unical, parlerà del fondamentale ruolo economico delle realtà marginali. Le conclusioni saranno affidate ad Andrea Sisti, Presidente Nazionale degli Agronomi e Forestali ed al Professor Giuseppe Zimbalatti, Direttore Generale del dipartimento Agricoltura, Foreste, e Forestazione della Regione Calabria.

Sabato 1 giugno, alle 9:00, sarà il Centro Visita Cupone del Parco ad ospitare il convegno conclusivo dell’intera edizione, che ha come  titolo“Biodiversità è Economia – Conservazione ex situ, in situ e on farm delle risorse genetiche di montagna”. Dopo i saluti delle Autorità – Sonia Ferrari, Presidente dell’ Ente Parco Nazionale della Sila; Tiziano Gigli, Sindaco di Spezzano Sila (CS); Giuseppe Graziano, Comandante Regionale del Corpo Forestale dello Stato; Mario Reda, Presidente dell’ ADAF di Cosenza; Riccardo Pisanti, Segretario Nazionale CONAF; Francesco Cufari, Vice presidente Ordine di Cosenza – sarà la volta di un confronto a più voci sul tema delle aree protette tra conservazione della biodiversità e sviluppo sostenibile. Moderatore della prima parte giornata sarà Michele Ferraiuolo, Presidente del Gruppo Naturalistico Micologico Silano. A Lina Pecora, Presidente dell’Ordine degli Agronomi e Forestali di Cosenza, sarà affidato il compito di raccontare la storia, il presente ed il futuro dell’evento territoriale “Sila officinaliS”, oramai diventato un evento internazionale grazie alla nutrita presenza di importanti relatori provenienti da tutte le parti d’Europa.

Interverranno a parlare di forestazione, paesaggio e biodiversità: Michele Laudati, Direttore dell’ Ente Parco Nazionale della Sila; Giovanni Aramini, Dirigente di Settore PSR Regione Calabria; Giuseppe Oliva, Dirigente Foreste e Forestazione del Dipartimento Agricoltura Regione Calabria; Giuseppe Bombino, Ricercatore UNI-RC; Maurizio Agostino, componente C.d.A. di ICEA (Istituto di certificazione Etica ed Ambientale); Dimitar Uzunov, Botanico Paesaggista di Chlora s.a.s.

Alle 12:30 ci sarà una tavola rotonda moderata da Giovanni Soda, Dirigente del settore Programmazione ed Internazionalizzazione della Provincia di Cosenza, che vedrà protagonisti Franco Mazzei membro della giunta C.I.A. di Cosenza, il Presidente di Coldiretti Cosenza Pietro Tarasi, il Presidente di Confagricoltura Cosenza Fulvia Caligiuri ed il Presidente dell’ A.ProZoo Mauro d’Acri.

Alle 13:00 le conclusioni, affidate a Rosanna Zari, Vice Presidente Nazionale CONAF, Maurizio Nicolai, Autorità di Gestione del PSR Calabria 2007-2013, e Mario Oliverio, Presidente della Provincia di Cosenza.

 

Print Friendly, PDF & Email





To Top