Locale

“Attraversando Natura”, il progetto finalista allo SMAU per la valorizzazione di Castrovillari

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Protoconvento Castrovillari

Castrovillari (CS) – E’ stato presentato, nel Teatro Sybaris del Protoconvento francescano di Castrovillari, il progetto di marketing territoriale “Attraversando Natura –Castrovillari e le Terre del Parco”, finalista alla Mostra d’Oltremare di Napoli, all’interno dello SMAU Napoli 2015 – migliori Smart Communities/eccellenze digitali del sud Italia, per la valorizzazione turistica e commerciale della Città di Castrovillari e del suo comprensorio, rappresentato da 18 Comuni limitrofi che arricchiranno la piattaforma digitale già attiva.

Finanziato dalla Regione Calabria nell’ambito del programma PISL (Progetti Integrati di Sviluppo Locale) con fondi FESR 2007-2013, il progetto è stato realizzato dalla società Rubrik S.r.l., che ha vinto il bando di gara.

Il progetto riguarda la realizzazione di un portale online, fruibile sia in italiano che in inglese arricchito da notizie ed indicazioni provenienti da enti e associazioni. Due le modalità di accesso: attraverso una navigazione standard dal menù principale, con notizie di approfondimento sul territorio, sul comprensorio, sulle strutture di ricezione e accoglienza, offerta turistica e commerciale, e sugli eventi e manifestazioni in corso, e per mezzo di una mappa interattiva navigabile per canali tematici, dalla quale è possibile accedere a schede informative sintetiche sui singoli punti di interesse.

Tutti gli interessati possono registrarsi al portale www.attraversandonatura.it e iscriversi al servizio di notifica mail per ricevere in tempo reale notizie pubblicate sul portale stesso. E’ prevista anche la possibilità di registrarsi al servizio delle newsletter.

Inoltre sono stati prodotti pure una serie di contenuti multimediali, anch’essi fruibili online: un video promozionale di presentazione delle eccellenze del comprensorio, alcuni videoclip focalizzati su itinerari turistici e paesaggisti locali e tour virtuali del Museo Archeologico e della Pinacoteca di Castrovillari che contraddistinti da musiche e riprese dall’alto moltiplicano e rendono ragione alla bellezza diffusa ed attraente dei luoghi.

Oltre al portale, sono stati previsti una serie di punti di accesso con la predisposizione di due zone per la connessione wi-fi ad accesso libero, una posta nel centro pedonale di Castrovillari ed una nel centro storico. All’interno di queste due zone sono state installate telecamere wireless che oltre a svolgere una funzione di pubblica sicurezza sono state pensate anche per riprendere dall’alto i principali eventi e manifestazioni culturali di interesse per la cittadinanza. Per agevolare poi la fruizione di tutte le informazioni anche su tablet e smartphone, sono stati installati circa 90 cartelli dotati di QR Code in prossimità dei principali luoghi di interesse turistico in città e lungo due diversi percorsi naturalistici che dalla città si snodano all’interno del Parco del Pollino, individuati in collaborazione con il Club Alpino Italiano di Castrovillari.

Per tutti i visitatori, infine, sono stati predisposti quattro totem multimediali touchscreen, che restituiscono le stesse informazioni presenti sul portale: uno è nel Protoconvento francescano, uno in piazza Castello, uno nell’area pedonale ed il quarto sarà messo all’interno di Palazzo di Città quando verrà aperto.

Il sindaco Lo Polito nel suo intervento, ha ricordato l’opera della pista pedociclabile e la definizione del Castello Aragonese verso l’inaugurazione,  in via di ultimazione grazie pure all’impegno dei propri Uffici e del responsabile del procedimento, ingegnere Roberta Mari, nonché di altri tecnici come l’ingegnere Francesco Calà , impegnato sullo sviluppo dei progetti Pisl.

La presentazione del progetto, moderato dalla giornalista Francesca Panebianco, ha registrato l’intervento dell’Assessore alla Pianificazione Tecnologica, Pasquale Pace,  di Giuseppe Rotolo e Valeria Morgese dell’azienda Rubrik realizzatrice del progetto nonché Gianluca Aloi, docente Unical e direttore dei lavori del progetto che ha puntato il contributo sugli strumenti tecnologici, oltre ad Andrea Attanasio Responsabile dell’Ufficio Ricerca e Trasferimento Tecnologico dell’Unical che ha spiegato l’opera di questo incubatore universitario per creare e portare azioni migliorative nei territori senza alterare vocazioni e sostenibilità. Mentre il Presidente dell’Ente Parco del Pollino, Domenico Pappaterra, ha richiamato ancora la portata dello strumento che ora attende solo di essere utilizzato al meglio, implementato e supportato da tutti i soggetti per un lavoro che leghi, sempre più, l’esigenza di qualità per un Territorio patrimonio dell’UNESCO e continuamente selezionato per la sua capacità di offrire ambienti naturali unici, salubri, che si coniugano con le attività sportive, con patrimoni inestimabili ed eventi di pregio come quelli che offre Castrovillari, sicuramente da anni tra le località “new way” del turismo.

 

Print Friendly, PDF & Email

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com