Locale

Girifalco, eletto il primo presidente del Consiglio comunale: diserzione dei gruppi di opposizione

GIRIFALCO (CZ) – Ieri sera il consesso civico riunitosi ha nominato come primo presidente del Consiglio del Comune di Girifalco Elisabetta Ferraina, che ha immediatamente dichiarato la sua volontà di rimettere le deleghe al Sindaco e di destinare l’indennità di 250 euro lorde a progetti atti a favorire l’attività amministrativa. I lavori sono stati segnati dall’abbandono dell’aula da parte della minoranza e sono iniziati con l’intervento del primo cittadino, Pietrantonio Cristofaro. A prendere per primo la parola èDomenico Iapello stato il vicesindaco Maurizio Siniscalco che ha rimarcato l’importanza della figura del presidente del Consiglio comunale. Nel corso dell’assise, il consigliere Filippo De Stefani, delegato alle Politiche Agricole, è stato chiamato a rappresentare il Comune in seno al Gal. L’elezione della presidente, la Ferraina, è avvenuta con il favore di nove voti, in seguito all’abbandono della riunione da parte del capogruppo dei Cittadini Liberi ed Attivi, il consigliere Luigi Stranieri, secondo il quale il confronto politico è stato negato. Stranieri è stato poi seguito a ruota dal gruppo dei Democratici per Girifalco che, prima di disertare la sessione, sono intervenuti per bocca della consigliera Teresa Signorello e del capogruppo Mario Donofrio, ex Sindaco che ha espresso le perplessità del suo movimento circa i criteri usati per l’elezione della Ferraina e la modifica dello Statuto, non mancando di trattare, nel suo intervento, diversi temi che stanno a cuore alla città, in materia di rifiuti, urbanistica e viabilità. A queste obiezioni, nonostante le assenze, ha poi replicato il capogruppo di Solo Girifalco, Filippo De Stefani, che ha sottolineato la liceità di quanto avvenuto, come sostenuto anche dal capogruppo del Pd, Domenico Iapello, che ha ribadito il sostegno da parte del partito all’amministrazione del Sindaco Cristofaro.

Il neopresidente ha, quindi, dichiarato la legittimità della sua figura, già prevista dal Comune di Girifalco, ribadendo la sua volontà di rinunciare all’indennità prevista per il ruolo ricoperto in seno all’amministrazione comunale, destinandola a progetti che favoriscano il funzionamento del Comune stesso. Quanto alle deleghe, invece, la Ferraina, affermando la non esistenza di “normative particolari”, le ha restituite al Sindaco, aggiungendo che “non potrebbero essere in mani migliori”. Per l’elezione della Ferraina, sincera la soddisfazione del Cdu di Girifalco che auspica, da parte del neopresidente, uno svolgimento super partes del ruolo. Ritenendo fondamentale tale figura istituzionale, il Cdu di Girifalco fa sapere, inoltre, di non condividere la posizione della minoranza, che ha abbandonato la seduta appena all’inizio dei lavori. Dopo l’elezione, non è mancato l’intervento del Sindaco che ha fatto un bilancio sui primi sette mesi di legislatura e ha ricordato i finanziamenti intercettati dal Comune (quasi un milione e seicentomila euro). In chiusura, un invito alla minoranza a partecipare e dialogare, per il bene della comunità.

 

Print Friendly, PDF & Email

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top