Locale

Amaco, l’Amministratore Unico Posteraro incontra la Commissione trasporti

COSENZA – La Commissione consiliare trasporti di Palazzo dei Bruzi, riunitasi sotto la Presidenza del Consigliere comunale Gisberto Spadafora, ha ospitato l’Amministratore Unico dell’Amaco, Paolo Posteraro, per verificare l’andamento dell’azienda, alla luce dello sdoppiamento avvenuto a luglio 2018, ma operativo dal successivo mese di settembre, tra l’Amaco, che continua ad occuparsi del Trasporto Pubblico locale e la nuova società in house (Azienda dei servizi per la mobilità di Cosenza), partecipata al 100% da Amaco, ed alla quale sono stati affidati i servizi svolti da Amaco per il Comune di Cosenza (come il servizio scuolabus e altri). La commissione si è occupata anche dei risultati raggiunti dal servizio di navetta “Al Volo”.

Posteraro ha giudicato l’andamento in maniera positiva, anche se – ha ammesso preliminarmente – è presto per fare un bilancio completo della situazione.
La soddisfazione dell’Amministratore Unico, accompagnato dall’ingegner Ernesto Ferraro, direttore di esercizio e gestore dei trasporti dell’Amaco, è stata motivata con una serie di risultati incoraggianti : anzitutto per aver messo ordine in tutti gli affidamenti relativi al servizio di scuolabus, con riflessi positivi sui conti dell’azienda e con il risultato di non accusare perdite. Posteraro ha, inoltre, annunciato che si è quasi in dirittura d’arrivo con il nuovo contratto triennale di servizio che dovrebbe essere approvato a breve. Sul bilancio le previsioni di Posteraro sono ottimistiche e l’amministratore unico non vede nubi all’orizzonte: «la società controllata chiuderà il bilancio in attivo, mentre le perdite dell’Amaco, che nel 2017 sono state di un milione e 970 mila euro, rappresentano un problema in via di risoluzione».
Il consigliere comunale Giuseppe D’Ippolito che aveva sollecitato alla Commissione trasporti l’audizione di Posteraro ha chiesto notizie sull’acquisto dei nuovi autobus e se sul punto la Regione sta mantenendo gli impegni. Posteraro ha premesso che l’azienda ha una difficoltà di liquidità perché sta affrontando la massa debitoria pregressa. Sui crediti vantati nei confronti di Comune e Regione- crediti incagliati – Paolo Posteraro ha risposto che il Comune ha saldato quasi tutti i debiti (per lo più risalenti al 2012) ed anche la Regione sta provvedendo a saldarli. “La gestione dell’Amaco – ha aggiunto Posteraro – genera avanzi di cassa.
«Il Piano regionale – ha aggiunto rispondendo alla domanda di D’Ippolito -consentirà di acquistare solo 5 nuovi autobus, appena il 10% del parco automezzi. 4 saranno a gasolio (euro 6) e uno a metano. In tutto, il parco autobus dell’azienda sarà formato da 45 mezzi a metano e 4 a gasolio. A chi, come il Consigliere comunale Enrico Morcavallo – ha fatto notare che sarebbe stato più utile ed avanzato acquistare dei mezzi elettrici, Posteraro ha risposto che “c’era la necessità di riequilibrare le alimentazioni e comunque l’azienda fa registrare la più alta percentuale di mezzi a metano”. Sulla questione del parco mezzi è intervenuta anche la consigliera comunale Bianca Rende che ha parlato di “sistema di trasporto locale antidiluviano e poco attrattivo nei confronti dell’utenza più giovane, risultando lontano da ogni contaminazione tecnologica. Da due anni – ha aggiunto Rende – si sente parlare ad esempio della mappatura interattiva per offrire all’utenza la possibilità di conoscere anzitempo i tempi di percorrenza e gli eventuali ritardi».

Pronta la replica di Posteraro che ha ricordato come l’Amaco abbia fatto ogni sforzo, anche sul fronte della tecnologizzazione dei servizi, ma la Regione deve fare la sua parte e non disattendere gli impegni assunti. Poi ha evidenziato l’avvio del servizio AVM con la mappatura delle 310 fermate dell’Amaco e che consentirà, anche rispetto al controllo dei chilometri da parte della Regione, un monitoraggio telematico dei servizi svolti da Amaco e della percorrenza chilometrica. Posteraro ha, inoltre, ricordato che quello delle paline intelligenti, il servizio gestito dall’Amaco e che consente ai cittadini di essere informati anticipatamente sui tempi di percorrenza degli autobus, sarà riconvertito. Annunciata, inoltre, l’entrata in funzione, tra un paio di settimane, anche dell’Amaco mobility, l’applicazione in grado di orientare l’utenza su deve andare, quale autobus prendere e quanto tempo attendere l’arrivo del mezzo.

Di segno positivo anche l’incremento del servizio Al Volo che ha raddoppiato i passeggeri, passando dagli 8.500 del 2017 alle 17.530 del 2018. Risultati soddisfacenti influenzati positivamente dalla diversificazione del servizio che oltre a quello da e per l’aeroporto di Lamezia ha aggiunto quello da e per la stazione di Paola. Accanto a questi servizi principali, ci sono inoltre quelli assicurati da “Al volo” all’interno dell’area urbana (con le navette week-end, shopping, per il centro storico e i musei). Soddisfazione per lo sviluppo dell’azienda e per lo sdoppiamento cui si è dato corso nel luglio del 2018, oltre che per i risultati conseguiti dal servizio “Al volo”, è stata, infine, espressa dal Presidente della Commissione trasporti Gisberto Spadafora.

Print Friendly, PDF & Email

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com