Locale

Mendicino, PD: «No a strumentalizzazioni sulla crisi idrica, si faccia chiarezza»

MENDICINO  (CS) – «In merito al problema della crisi idrica che ha investito anche la nostra città ed alla luce delle proteste e delle strumentalizzazioni che taluni soggetti stanno perpetrando per delegittimare il buon lavoro svolto fino ad ora dalla squadra di governo che amministra la comunità mendicinese e che, ricordiamo, è trainata dal costante impegno dei nostri rappresentanti Gervasi, Ricci e Caputo, ci sentiamo in dovere di rispedire al mittente le accuse che stanno uscendo in questi giorni e di esprimere solidarietà al Sindaco e all’assessore Gervasi che, sin dal suo insediamento, lavora senza sosta al miglioramento del nostro sistema idrico.
E’ innegabile che la crisi idrica, dovuta innanzitutto ad una siccità che non si registrava a tali livelli da oltre 70 anni, stia avendo ripercussioni negative causando notevoli disagi in alcuni quartieri del nostro territorio ed è pur vero che tutto è criticabile e migliorabile ma, un conto è la giusta e dura critica costruttiva ben altro conto sono il sarcasmo, il dileggio e le offese personali. Alcune persone, sfruttando l’anonimato di un profilo su un social network, cercano di cavalcare un reale disagio dei cittadini al solo fine di delegittimare l’operato di una parte politica a loro avversa.

Come non riconoscere il fatto che tali disagi siano drammaticamente emersi a causa di una rete di distribuzione idrica logora e vetusta che non risponde a nessun modello idraulico e che non ha visto interventi di adeguamento mentre lo popolazione cresceva negli anni? Come negare che tale crisi idrica abbia investito tutta la Regione e non si tratta di un problema circoscritto a Mendicino? Come negare che uno dei primi progetti proposti dall’assessore ai Lavori Pubblici Gervasi sia stato, ad inizio consiliatura nell’estate del 2014, quello relativo all’efficientamento e miglioramento della rete idrica con la captazione di nuove sorgenti? Come non riconoscere che proprio grazie a questo progetto si è riusciti ad ottenere una prima tranche di finanziamento per un importo di 350 mila euro, grazie alla quale si sta finalmente mappando la rete e presto inizieranno i lavori per il suo adeguamento?
Nei prossimi giorni organizzeremo un’assemblea aperta a tutti i cittadini per fare chiarezza sulla questione idrica e per aprire una discussione che possa portare stimoli e contributi fattivi all’annosa questione».

Print Friendly, PDF & Email





To Top