Locale

Scuola e Covid, Davide Bruno lancia l’allarme: «Molti istituti privati rischiano di chiudere»

Davide Bruno

COSENZA – Si sa che tra le attività che hanno subito i maggiori effetti del contraccolpo sociale del lockdown per la diffusione dell’infezione da covid – 19 ci sono le scuole di ogni ordine e grado, obbligate alla chiusura già dal 5 Marzo. Questo ha interessato e coinvolto tante famiglie, utenti e fruitrici dei servizi scolastici. E fra esse,  e forse anche più di esse, le strutture private, che offrono un servizio di offerta formativa importante, dalla prima infanzia sino alle classi superiori, sia in forma paritaria (cioè tal quale alle istituzioni Statali) che in forma non Statale.

«Questo settore, strategico per lo sviluppo di un Paese, di un territorio – scrive Davide Bruno, consigliere comunale di Cosenza (Gruppo Misto) -, è oggi messo a durissima prova dai provvedimenti di distanziamento sociale adottati, con ricadute negative pregiudizievoli che potrebbero comportare addirittura la chiusura definitiva della maggior parte degli Istituti privati». «Si tratterebbe di un danno ingente che – prosegue il consigliere di Cosenza – non possiamo permetterci come comunità, sia per tutto il personale che si troverebbe senza lavoro, sia per i numerosi imprenditori che vedrebbero andare in fumo anni di sacrifici economici e soprattutto per le famiglie del nostro territorio che avrebbero una minore, se non inesistente, possibilità di poter usufruire di un importante servizio socio-educativo».

L’appello di Bruno

E ancora: «Per tale motivo, e per non impoverire ulteriormente il nostro territorio, è auspicabile un corposo intervento da parte pubblica, in favore sia degli istituti privati (Asili Nido – Scuole di Infanzia Paritarie e non – Scuole Primarie) sia a vantaggio dei genitori coinvolti dalla chiusura delle stesse, al fine di coprire quelle lacune economiche che evidentemente in assenza di attività potrebbero mancare e portare al fallimento l’intero apparato». Da qui quindi l’invito agli amministratori locali: «L’auspicio di un provvedimento economico per questo comparto, non mi esime dal richiedere anche una forte attenzione a provvedimenti amministrativi che diano respiro alle strutture del settore già esistenti e non magari a determinarne la chiusura ed a favorire la crescita di nuove scuole o asili per dare un ventaglio di offerta più ampio a tutti i cittadini. Confido nella sensibilità degli amministratori locali e regionali».

 

Print Friendly, PDF & Email

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com