Musica

Musica contro le mafie, grande successo per la settima edizione

Anche quest’anno un grande successo per Musica contro le mafie, evento che ogni anno diventa sempre più grande, sensibilizzando il suo pubblico attraverso l’arte alla condivisione e all’educazione su una tematica che attanaglia soprattutto il sud Italia.

COSENZA – Questa settima edizione ha coinvolto un pubblico giovane e dinamico in una cinque giorni ricca di eventi, artisti, musicisti e persone impegnate nel sociale per un obiettivo comune: divulgare il più possibile al fine di avere cittadini sempre più attivi e consapevoli.

kento
10 finalisti provenienti da tutta Italia, showcase, dibattiti e incontri, 10000 studenti coinvolti tra grandi e più piccoli provenienti dalla Calabria e da fuori regione, grandi ospiti e sopratutto tanto interesse e crescita personale, un grande concerto e tanto da raccontare. Tutto ciò è stato possibile grazie a Gennaro De Rosa, direttore artistico e coordinatore del premio, e a Marco Verteramo. Descrivere ciò che è accaduto tra Auditorium Guarasci, MaM (Museo delle Arti e dei Mestieri), caffè Telesio e Teatro Morelli è difficile, perché gli stimoli sono stati diversi e tutti emozionanti.
Piccoli tasselli di vita, portati dagli ospiti che sono giunti a Cosenza per questa cinque giorni, si sono incastrati alla perfezione per creare la nuova edizione di Musica contro le mafie: musicisti  e artisti come Maurizio Capone e la sua ecomusic, Kento, Kiave, Taiyo Yamanouchi aka HYST, Dj Kerò, Dario Brunori, Cataldo Perri, Massimo Garritano, Andrea Lucisano, Mr. Peach e lo Scanderbeg Duo.
Ospiti che avevano tantissimo da raccontare, come Giovanni Impastato, Salvo Ruvolo e l’associazione Libera, da sempre in prima linea nella lotta contro le mafie.

giovanni-impastato
Al termine di questi cinque giorni di frenetiche e stimolanti attività, il superconcerto dello scorso sabato, che ha visto alternarsi sul palco Ghemon, Eman e Fabrizio Moro, con tantissimi giovani in delirio tra le poltroncine del Morelli. Un live dal forte impatto emotivo, iniziato con lo storytelling di Ghemon, che ha raccontato la sua vita attraverso la musica, ed è proseguito con Eman e Moro, vibrazioni in acustico che hanno smosso un coro di voci all’unisono dalla platea. Sold out da raccontare e da ricordare fino alla prossima edizione di Musica contro le mafie.

fabrizio-moro

In questa settimana verranno rivelati i nomi dei vincitori del Premio Musica contro le mafie, scelti dai giudizi, divisi in una giuria responsabile ed una giuria studentesca, presenti in sala venerdì 16 e sabato 17. La premiazione avverrà a Casa Sanremo il 7 Febbraio e, gli stessi, avranno modo di esibirsi in una speciale giornata l’8 febbraio con Don Luigi Ciotti presso la Casa del Jazz di Roma.

Una manifestazione che ha accolto un pubblico giovane e tantissimi interessati, una sensibilizzazione che si rende necessaria per non voltare la testa sulla tematica della mafia.

Miriam Caruso

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com