Nerd

[#Nerd30Consiglia] Basilisk

Anche questo mese torna la rubrica dei consigli di Nerd30 con un anime che meriterebbe maggiore notorietà, ma di cui si sente parlare pochissimo in giro, nonostante sia un vero capolavoro. Uno di quegli anime che vanno dritti al cuore dello spettatore e a cui nessuno può restare indifferente, vista la straordinaria bellezza della storia che si dipana episodio dopo episodio. Stiamo parlando di Basilisk, serie anime del 2005 composta da 24 episodi, prodotta dallo studio Gonzo, tratta dall’omonimo manga di Masaki Segawa, a sua volta tratto da romanzo Kōga Nimpōchō dello scrittore giapponese Futaro Yamada. L’anime è disponibile in streaming legale su VVVVID in giapponese con i sottotitoli in italiano.

La trama è la seguente: dopo quattrocento anni di guerre, i clan di Shinobi Iga e Koga sono vincolati da un patto di non aggressione firmato nell’era Tokugawa. Gli eredi delle due casate, Oboro di Iga e Gennosuke di Koga desiderano unirsi in matrimonio ma la loro unione sarà ostacolata. Infatti, Ieyasu Tokugawa decide di risolvere il problema di successione della sua stirpe una volta per tutte. Affida un figlio a ciascun clan e indice un torneo: solo uno dei partecipanti potrà rimanere in vita. (fonte VVVVID)

Commento: Basilisk si apre con un’agghiacciante frase che è la sintesi di quello che troveremo poi nell’anime.

«Amore mio, ti prego… muori!»

basilisk 2

La trama shakespeariana inserita in un contesto storico estremamente accurato rendono Basilisk un’opera che fonde tematiche sentimentali all’azione, creando un contrasto eccezionale e riuscendo a dosare alla perfezione la tensione durante tutti i 24 episodi. Un ritmo per cui è impossibile annoiarsi durante la visione.

Come si può capire dalla trama, Basilisk è un anime storico basato sui ninja. Negli ultimi anni associare il termine “ninja” ad “anime” significava parlare di Naruto, opera che ha monopolizzato la tematica sugli shinobi. In realtà i ninja di Basilisk sono molto più fedeli a quelli realmente esistiti, non disdegnando l’utilizzo di qualche potere incredibile. Proprio i poteri sono uno dei punti di forza di Basilisk, tutti particolari e diversissimi tra loro. Anche i poteri oculari tipici di Naruto sono presenti in quest’opera, ma in una salsa molto più terrificante. Parlando dei personaggi, sono tutti caratterizzati abbastanza bene, in particolare i due protagonisti, a cui il destino ha riservato una prova terribile. Oltre a questo è incredibile notare come ogni loro scelta sia perfettamente coerente con il loro carattere, infatti non capiterà mai di pensare «questo comportamento non è in linea con il personaggio». Ottimo il villain principale, ovvero Tenzen, personaggio che nasconde un segreto terrificante che verrà svelato appieno solo negli episodi finali.

basilisk 3

Una sceneggiatura veramente magnifica, che merita più di una visione per riuscire a collocare bene i personaggi all’interno dei rispettivi clan. Questo forse l’unico difetto di un anime che, se fosse un film hollywoodiano, potrebbe gareggiare per il premio Oscar.

Comparto tecnico: Sul piano tecnico Basilisk è curato in modo egregio da uno studio Gonzo in grande spolvero. Una regia veramente impressionante, con una grande cura dei dettagli e una gestione della tensione della scena che riesce a far presa sullo spettatore. Ottima la scelta di ambientare buona parte degli scontri in un contesto notturno o comunque poco illuminato, aumentando l’impatto visivo dei combattimenti ed esaltando le scene di dialogo. Con la luce soffusa ad illuminare i personaggi, abbiamo l’impressione di osservare dei predatori pronti ad uscire dall’ombra per attaccare la propria preda. Il design dei personaggi è veramente accattivante, infatti non capita di rado di rimanere incantati ammirando la bellezza estetica di alcuni characters, sia maschili che femminili. Animazioni di ottima qualità, soprattutto per quanto riguarda i combattimenti, che scorrono con una fluidità eccezionale. Notevole il comparto sonoro, sia per quanto riguarda gli effetti, sia sul piano del doppiaggio, in cui si distingue soprattutto il grande Shō Hayami su Tenzen, voce estremamente caratteristica, già sentita su un altro grande villain come Aizen (Bleach). La colonna sonora è poco varia ma estremamente funzionale per le scene in cui viene utilizzata. Una nota di merito per la bellissima opening.

Concludendo, Basilisk è un anime che resta nel cuore, adatto sia agli patiti del combattimento, sia agli amanti del sentimentale. Una storia eccezionale che vi lascerà con il fiato sospeso e per cui probabilmente verserete non poche lacrime.

Antonio Vaccaro

Print Friendly, PDF & Email

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com