Salute&Benessere

Seminario di Studio sul Tumore della Mammela: Donne Protagoniste della Salute

salutedonnaCOSENZA – L’Associazione Salute Donna, che lavora come sempre  sul fronte della prevenzione, giorno 9 maggio 2015 ore 17:30 presso la Sala Madre Teresa di Calcutta Grimaldi ha organizzato in collaborazione del Comune di Grimaldi , la pro loco e l’associazione Più di Cento, un seminario di studio sul tumore della mammella incontro 2015 Donne protagoniste della salute.

L’informazione e la formazione è uno dei nostri principali obiettivi dice la presidente della sezione di cosenza Adriana Imbrogno, una donna consapevole .dei rischi che corre, si sottopone più facilmente a tutte le misure preventive possibili… Quando si diagnostica un cancro della mammella e lo si tratta precocemente, la donna ha più scelte terapeutiche e una buona probabilità di guarire completamente. La diagnosi precoce è pertanto molto importante continua la presidente , il tumore al seno si può affrontare,combattere e sconfiggere, ma molto dipende da quanto è precoce la sua diagnosi, tutto parte da noi donne, dalla volontà che abbiamo di prenderci cura di noi e da quanto osserviamo ed ascoltiamo i segnali che il nostro organismo ci invia quotidianamente. Il primo e più semplice mezzo che abbiamo a disposizione per la diagnosi di un tumore della mammella è l’autopalpazione. E’ importante conoscere bene il proprio corpo,le proprie mammelle ed individuare prontamente le eventuali anomalie che un tumore in fase non avanzata può provocare. All’incontro interverranno Il Dottor Sergio Abonante responsabile scientifico, e tutto il consiglio direttivo dell’associazione Salute Donna della sezione di Cosenza

Ancora Gli scopi e gli obiettivi che l’associazione intende promuovere a Cosenza  in linea con quelli nazionali che si effettuano su tutto il territorio,  sensibilizzare le autorità sanitarie a non trascurare questo tipo di patologia l’incidenza del tumore al seno sulla popolazione femminile Cosentina,  sta mostrando un preoccupante aumento. promuovere su tutto il territorio nazionale corsi di educazione alla salute per quanto riguarda le malattie oncologiche, educando ad uno stile di vita corretto e incoraggiando le donne a conoscere e controllare con regolarità il proprio corpo;
• esigere dalle Autorità Sanitarie un servizio di strutture adeguate e distribuire omogeneamente su tutti il territorio nazionale, con un loro regolare controllo di qualità e funzionamento;
• elaborare proposte per gli Amministratori Sanitari e sensibilizzarli sulle scelte che dovrebbero determinare un adeguato servizio per quanto riguarda la malattia oncologica; • porre attenzione alla qualità dell’offerta specialistica sul territorio, rendendo le donne protagoniste delle loro scelte.

Print Friendly, PDF & Email

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com