Salute&Benessere

XIII Congresso nazionale SIS 118, Ciccone: no al ridimensionamento del servizio di elisoccorso

IMG_3475-2SQUILLACE (CZ) – Si è da poco conclusa la terza giornata del XIII Congresso Nazionale SIS 118. Questa mattina al centro del dibattito l’importanza dell’elisoccorso, di cui quest’anno ricorrono i quindici anni dall’attivazione in Calabria. Si tratta di un anniversario importante che il presidente del Congresso, nonchè direttore del servizio d’elisoccorso della Regione Calabria, il dottor Eliseo Ciccone, ha voluto sottolineare fermamente in apertura della terza giornata congressuale. Molti altri gli interventi della giornata, che ha fatto registrare oltre mille presenze, come la relazione di presentazione della Società Italiana del Sistema 118 da parte del Presidente Nazionale Francesco Bermano. L’attuale direttore del 118 di Genova ha voluto porre l’accento sull’importanza della formazione all’interno di un settore principe nel garantire un diritto fondamentale dei cittadini, come quello alla salute: “Una formazione che resta uno dei capitoli fondamentali della nostra società, punto sul quale negli anni abbiamo investito tanto, realizzando in gran parte gli obiettivi che diciotto anni fa, anno della nostra fondazione, ci eravamo prefissati di raggiungere. Oggi sappiamo di essere diventati indispensabili ed è per questo che siamo convinti di doverci sempre di più affermare e potenziare.” Non basta dunque alla SIS il traguardo dell’obbligatorietà nelle scuole de corsi di primo soccorso, c’è ancora molto da fare, soprattutto in una regione come la Calabria, alle prese con un Piano di Rientro che non esclude neppure il 118, visto il previsto presunto ridimensionamento del sistema d’elisoccorso. Ha spiegato infatti Ciccone: “Una delle basi di decollo dovrebbe essere chiusa, lasciando l’intero territorio regionale coperto con soli tre mezzi di volo; una circostanza, questa che, anche alla luce dei tanti presidi chiusi e dei tanti centri specialistici che spesso si trovano fuori regione, metterebbe in crisi l’efficienza del nostro operato anche in termini di servizio reso ai cittadini in difficoltà.” Argomento, questo, oggetto anche del discorso del presidente dell’Ordine dei Medici di Catanzaro, Enzo Ciconte, che ha definito “sbagliato voler porre rimedio ai conti risparmiando soltanto sul personale; un errore che la Calabria non può e non deve permettersi” quando, invece, come ha sostenuto Giuseppe Perri, commissario dell’Asp di Catanzaro, bisognerebbe valorizzare le eccellenze del territorio.

Non sono mancati, nel corso della giornata, interventi che hanno rilevato la necessità di una innovazione tecnologica nel settore, con un occhio di riguardo alle emergenze relative a donne incinte, anziani e bambini. A fine giornata, si sono svolte le elezioni del consiglio direttivo della SIS 118 e la conseguente assemblea. Domani, la giornata finale sarà dedivata alla maxi emergenze e ai workshop.

 

 

Print Friendly, PDF & Email
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com