Società&Partecipazione

Cosenza e Capitignano sempre più unite

COSENZA – Un’accoglienza straordinaria quella ricevuta dalla delegazione del Comune di Cosenza a Capitignano, in provincia dell’Aquila, dove nei giorni scorsi è stato sottoscritto un patto d’amicizia tra le due amministrazioni comunali per ricordare e rinverdire la bella pagina di solidarietà scritta nell’aprile del 2009, subito dopo il sisma che colpì l’Aquila e i territori vicini, dai vigili del fuoco del Comando Provinciale di Cosenza, guidati dal capo reparto Giuseppe Motta, che si distinsero non solo per l’aiuto portato alla locale comunità, colpita dal terremoto, ma anche per gli interventi di recupero portati a termine nelle Chiese del piccolo centro a pochi chilometri dal capoluogo.

Se molte delle opere d’arte contenute nelle Chiese di Capitignano furono tratte in salvo il merito fu proprio dei vigili del fuoco di Cosenza. Un episodio sul quale è stata ora costruita la salda amicizia anche tra le due Amministrazioni.

A guidare la delegazione cosentina a Capitignano è stata, in rappresentanza del Sindaco Mario Occhiuto, l’Assessore alla comunicazione Rosaria Succurro che ha sottoscritto il patto di amicizia insieme al Sindaco del piccolo centro abruzzese Maurizio Pelosi. La cerimonia si è svolta nella sala consiliare del municipio di Capitignano, presenti il Sindaco Pelosi e la sua giunta al completo, i consiglieri comunali, il consigliere regionale Luca Ricciuti e il consigliere provinciale dell’Aquila Gabriele Fulvimari. La cerimonia è stata organizzata dal comune abruzzese grazie alla partecipazione della Consulta dei giovani che ha tributato alla delegazione cosentina una calorosissima accoglienza.





To Top