In Evidenza

‘I popoli che resistono’, dibattiti, musica e teatro sulle resistenze

PENTONE (CZ) –  Dal Sud Italia all’America del Sud, dal Medio Oriente al Nord Ovest: ci sono comunità che resistono a soprusi, invasioni, decisioni imposte dall’alto. La resistenza dei popoli è il tema trasversale, che coinvolge tutti nel quotidiano, scelto dal Centro di Documentazione sulla Palestina di Pentone (Catanzaro) per l’appuntamento estivo organizzato per il terzo anno consecutivo. Il 18 e il 19 agosto, a Pentone, esperti di spicco nazionale e internazionale condivideranno le loro conoscenze su ‘I popoli che Resistono’. Durante i dibattiti pomeridiani si parlerà di occupazione delle terre e resistenza a ‘ndrangheta e fascismo (sarà presente un rappresentante del Centro ‘Angelina Cartella di Reggio Calabria recentemente incendiato). Esponenti del movimento No-Tav mostreranno l’altra faccia – quella non violenta – della Val di Susa. Si discuterà di primavere arabe e resistenza palestinese. Si passerà dal diritto per l’autodeterminazione del popolo Saharawi alle resistenze dei popoli latinoamericani. Dopo i dibattiti, la resistenza sonora e quella fatta di gesti e parole: letture, performance e concerti. Tra gli altri, Ernesto Orrico e Manolo Muoio proporranno ‘Jennu brigannu. Storie di briganti calabresi’.  Sarà presente anche Silvia Todeschini, attivista che ha vissuto per qualche tempo a Gaza.

Durante le due giornate saranno allestiti stand gastronomici e banchetti di libri e artigianato. Sarà possibile degustare i vini delle antiche cantine Cremisan di Betlemme e visitare la mostra dei ricami palestinesi allestita nella Sala consiliare del Comune di Pentone. La due giorni, patrocinata  dal Comune di Pentone e dalla casa editrice ‘Città del Sole’ (di cui il Centro possiede alcuni libri), sarà realizzata grazie al lavoro dei volontari, alla collaborazione di altre associazioni locali (Amuriga, Proloco, Carpe Diem, Area51, AVIS) e ai contributi dei commercianti pentonesi.

 

 

Per maggiori info

http://www.invictapalestina.org

info@invictaplaestina.org

 

 

Di seguito il programma completo

 

Sabato 18 Agosto

ore 17.00

Modera Enrico Campofreda giornalista

Francesca Doria, avvocato, osservatore internazionale (Napoli):

Resistenza per il diritto all’autodeterminazione del popolo Saharawi

Pino Fabiano, scrittore/giornalista (Cotronei):
Contadini rivoluzionari del Sud d’Italia, Resistenza in difesa delle proprie terre.

Miryam Marino, scrittrice membro della’Ass. ECO, Ebrei contro l’Occupazione (Viterbo):
Resistenza all’occupazione israeliana.

Silvia Todeschini, attivista ISM (Padova):
Quotidiana Resistenza a Gaza

Bassam Saleh, Ass. Palestina con il cuore (Roma):
La Resistenza dei prigionieri palestinesi nelle carceri israeliane

 

ore 21,15

Ritorno ad Haifa di Ghassan Kanafani, scrittore palestinese, interpretazione di Patrizia Cecconi (Roma)

Segue Concerto con Maksim Cristan e Daria Spada.

 

 

Domenica 19 Agosto

ore 17,00

Enrico Campofreda giornalista (Roma):
Resistenza delle primavere arabe

Maria Teresa Messidoro Bussoleno Ass. Lisangà (Giaveno):
Los pueblos latinoamericanos en resistencia.

Roberto Colarullo, Daniela Pantaloni, Claudio Giorno, Ugo Usseglio, Ermelinda Varrese (Robassomero, Bussoleno, Giaveno):
Resistenza alla Tav in Val di Susa.

Rappresentante Centro ‘Angelina Cartella’ (Reggio Calabria):
Resistenza al fascismo e alla ‘ndrangheta.

Letture con Katia Colica, Antonio Aprile al basso:
Resistenza all’esclusione, Letture sull’emarginazione

 

ore 21,15

lettura/performance con
Ernesto Orrico & Manolo Muoio in:
“Jennu brigannu. Storie di briganti calabresi”.

Segue sistah nais, crol e nesh che aprono concerto:
“EASY ONE, KENTO & MAD SIMON FROM KALAFRO” (RC)

 

(ufficio stampa)

Print Friendly, PDF & Email

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top