Altri Sport

A2, domani il battesimo della San Paolo Cs e del Città di Rende

San Paolo e Rende

COSENZA – L’attesa è tanta, la voglia di ben figurare pure. Unite al desiderio di partire col piede giusto. C’è tutto questo nella vigilia dell’esordio nel campionato di Serie A2, della nobile specialità raffa, della San Paolo Cosenza e del Città di Rende. Le due formazioni, che avranno l’onore e l’onere di rappresentare l’illustre scuola boccistica calabrese ai piani alti del movimento agonistico nazionale, sono pronte a dimostrare in pista il lungo lavoro fatto in questi anni per rincorrere questo traguardo. Anzi questo punto di partenza. E lo faranno insieme perchè per ironia della sorte la prima giornata di campionato propone domani pomeriggio l’atteso derby in salsa calabra.

Qui San Paolo Cosenza

Vincitrice lo scorso anno del campionato nazionale di Serie C, la San Paolo del presidente Mario Gerace (alla guida del club da quasi tre decadi)), ha confermato quasi in toto la rosa dello scorso anno, eccezion fatta per l’individuale. Su questo ruolo il tecnico avrà ancora da valutare ma, come detto dal vice allenatore Gianni Di Mitri, l’arrivo di Enry Capone da Lecce, dell’esperto Franco Greco e di Domenico Giannotta, potrà essere un aiuto importante. Fra i punti di forza della squadra c’è Andrea Granata, ritenuto da molti tra i più grandi raffatori d’Italia. Nel gruppo spiccano anche Fabio Toteda, già campione italiano e accostatore figlio d’arte, i fratelli Antonio e Franco Greco, e il “maestro” Andrea Dini. Toscano di nascita, calabrese ormai d’adozione, Dini è più di una sicurezza per la squadra. Un ingranaggio perfetto per una squadra considerata tra le più attrezzate per la vittoria finale. Pronta anche a far divertire. Per le parlano storia (una stagione in A1 nel 2000-2001) e prestigio.

QuiCittà di Rende

Reduce dal successo per l’organizzazione del trofeo “Memorial Ruffolo”, si presenta ai nastri di partenza del campionato anche il Città di Rende, vice campione lo scorso anno in C. La squadra da tempo può contare su un’organizzazione societaria solida e di prospettiva che ha al vertice il presidente Daniele Salerno, coadiuvato dal valido direttore tecnico Gianluca Cristiano e dal dirigente Luigi Mandolito. Nello staff tecnico anche il coriaceo Albino Mondera. Il parco g iocatori poi non è da meno. Vincenzo De Rose per l’individuale è ritenuto un mastino nel suo ruolo. Ma anche giocatori di livello come Francesco Parise ed Enzo Toteda (padre del Toteda della San Paolo) sono pronti a non deludere le aspettative. In più Rende può fare affiidamento anche sull’estro e l’esperienza di Francesco Carbone, Carmine De Rose, Andrea Tagliente, Pierpaolo Tagliente, Renato Oliva e Adamo Russo. Insomma, al pari della San Paolo Cosenza, anche il Città di Rende vuole recitare un ruolo di primo piano nella stagione. Per lei parlano ambizione e voglia di dimostrare.

SERIE A2, GIRONE 3

Così la prima giornata in programma domani:

Asd Bocc. S. Michele Brindisi – Bellizzi Salerno (arbitro: Zacheo); Città di Cicciano – Pezzuto Srl-S. Rosa (La Marca); Mondo Nuovo Oro Bianco Lecce – Voden M.S. Cafaro Salerno (Bascià); San Paolo Cs – Città di Rende (Segreti)​. Le partite avranno inizio alle ore 14,00.

Per il calendario completo clicca qui.

(Nella foto a sinistra la San Paolo Cosenza attuale e a destra il Città di rende con a rosa della scorsa stagione)
Print Friendly, PDF & Email

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top