Calcio

Atalanta troppo forte, Crotone schiacciato 5-1

ATALANTA – CROTONE 5-1
ATALANTA (3-4-2-1): Berisha; Toloi, Caldara, Masiello (76’ Bastoni); Hateboer, Freuler, Cristante, Gosens; Ilicic, Gomez (75’ Orsolini); Petagna (70’ Vido). A disposizione: Gollini, Rossi, Palomino, Mancini, Melegoni, De Roon, Haas, Kurtic. Allenatore: Gian Piero Gasperini
CROTONE (3-5-2): Cordaz; Cabrera (71’ Budimir), Ceccherini, Ajeti; Sampirisi, Barberis (57’ Kragl), Izco, Rohden, Pavlovic; Tonev (10’ Stoian), Tumminello. A disposizione: Festa, Viscovo, Faraoni, Mandragora, Simic, Crociata, Suljic, Simy, Trotta. Allenatore: Davide Nicola
ARBITRO: Marco Piccinini della sezione di Forlì
MARCATORI: 6’ Petagna, 25’ Caldara, 38’ Ilicic, 63’ e 73’ Gomez, 68’ Tumminello
NOTE: Spettatori 15000 circa. Ammonito Ajeti (C). Recupero: 1′ pt, 3′ st
BERGAMO – Brutta prestazione e pessimo risultato maturato dal Crotone allo stadio “Atleti Azzurri d’Italia” contro l’Atalanta di Gian Piero Gasperini. Un 5 a 1 che non lascia spazio alle interpretazioni, anzi, tutt’altro, che inchioda la squadra calabrese ad una crudele realtà: zero vittorie in queste prime 4 giornate (1 pareggio e tre sconfitte) ed un solo gol segnato (quello di questa sera di Tumminello, inutile tra l’altro).
Dopo aver battuto l’Everton in Europa League, l’Atalanta adotta qualche cambio in formazione per concedere un po’ di riposo a chi ha giocato di più nelle ultime partite. Nicola cambia completamente modulo invece, passando al 3-5-2, e cambiando tanti interpreti: Sampirisi e Pavlovic sulle fasce, Tumminello con Tonev in attacco.
Fin dai primi minuti si intuiscono le dinamiche tattiche del match: Atalanta che attacca e Crotone pronto a colpire in ripartenza. Purtroppo per il Crotone però, la squadra di casa sblocca subito il match: al 6’, infatti, grande giocata di Ilicic che trova in area di rigore Petagna che s’infila tra Ajeti e Ceccherini e sigla l’1-0. Il Crotone non reagisce e la squadra di Gasperini continua ad attaccare trovando il raddoppio al 25’: calcio d’angolo del Papu, deviazione di Petagna e colpo di testa vincente di Caldara. E’ 2 a 0. Ma non finisce qui, l’Atalanta è in totale controllo del match e vuole chiuderla definitivamente già nel primo tempo. Ci riesce al 38’ con uno scatenato Ilicic: l’ex viola salta due avversari, entra in area, supera altri due avversari e batte Cordaz con un tiro sul secondo palo. Gol pazzesco e 3 a 0.
La ripresa riprende sulla stessa falsa riga del primo. Il Crotone non ha le forze per resistere a questa Atalanta che continua a dominare e a tenere il controllo del match. Al 63’ arriva anche il momento del Papu Gomez: Ilicic costruisce, velo di Petagna e palla che arriva all’argentino che salta Ceccherini e trafigge l’estremo difensore calabrese. Risultato pienamente meritato per i bergamaschi. Cinque minuti più tardi arriva un sussulto del Crotone: lancio dalle retrovie per Tumminello che supera in velocità Caldara e trafigge Berisha. E’ il primo gol del campionato per il Crotone. L’Atalanta non si lascia intimorire ed anzi colpisce ancora con Gomez su calcio di rigore dopo che Pavlovic aveva atterrato Caldara. Il Papu trasforma con un cucchiaio delizioso fissando il punteggio sul 5 a 1 definitivo.
Una partita orribile del Crotone che non è mai stato realmente in partita. Nicola dovrà rivedere tante cose e tanti giocatori, molti non pronti per la serie A.

Print Friendly, PDF & Email





To Top