Calcio

Braglia nel dopo Cosenza-Bisceglie: «Siamo contenti ma c’è ancora tanto da lavorare»

Piero Braglia

COSENZA – Vittoria che fa sorridere in casa rossoblù. Il primo a commentare il successo dei silani, in sala stampa, è il tecnico del Cosenza Piero Braglia (foto ilcosenza.it). Il Bisceglie esce dal “Marulla” con una sconfitta che porta la firma di Mungo.

BRAGLIA E IL LAVORO SETTIMANALE

L’allenatore dei rossoblù si dice contento per il successo ma tende a non sottovalutare i cali di concentrazione che i suoi subiscono nella parte finale del match. «Sicuramente è un successo che ci fa ben sperare. Sono contento anche per Statella – commenta Braglia – che reputo un calciatore importante e funzionale per la partita. Devo dire la verità: un campo così è vergognoso per la categoria. Non so di chi sia la colpa ma è un problema veramente grave».

Secondo successo in campionato per il Cosenza ma è tanta la voglia di riscatto. Lunedì sera ci sarà un’altra partita difficile in quel di Lecce. «Il primo tempo non mi è piaciuto mentre nella seconda frazione abbiamo dato qualcosa in più. C’è bisogno di lavorare  – continua – nella gestione della partita. Abbiamo bisogno del supporto di tutti, stampa compresa. Per quanto riguarda le condizioni di Dermaku non credo ci siano problemi».

LOSACCO, SECONDO DI ZAVETTIERI

L’allenatore in seconda del Bisceglie è l’altro protagonista della conferenza stampa post gara. «Sicuramente è stata una buona partita nella frazione di gioco iniziale. Abbiamo provato a fare la partita dall’inizio ma sapevo bene che non sarebbe stato facile. Sul rigore preferirei non giudicare. Nella seconda parte del match, invece, ho trovato una situazione diversa sotto ogni punto di vista. Il Cosenza ci ha creato qualche problema di troppo soprattutto con i cross di Statella. I silani dovrebbero stare nella parte sinistra della classifica. Il nostro obiettivo è comunque quello di salvarsi. Siamo stati sfortunati in alcune circostanze ma ormai è andata».

LOVISO E LA GIOIA DELLA RETE

Il centrocampista analizza il momento vissuto dalla propria squadra. Una vittoria che aumenta il morale e fa ben sperare per il prosieguo della stagione. «Sono contento – dichiara Loviso – per la prestazione offerta questo pomeriggio. Come ho sempre detto è normale prenderci delle responsabilità. Sono certo ma alla fine il lavoro porterà i frutti tanto sperati. La strada è lunga ma c’è voglia di continuare così. Dedico la rete a mia madre Rosa che oggi compie 60 anni».

MUNGO, IL MIGLIORE IN CAMPO

Ha realizzato la rete decisiva nel pomeriggio del “Marulla”. Domenico Mungo analizza il successo della squadra. «Stiamo lavorando tanto, credo che il nostro blocco sia mentale. La squadra è forte – afferma Mungo –  fortunatamente oggi si è vinto ed è questo ciò che conta. La mia collocazione in campo mi piace e non poco, speriamo di continuare a vincere e a risalire in classifica».

Alessandro Artuso

Print Friendly, PDF & Email





To Top