Calcio

Budimir regala tre punti d’oro al Crotone

CROTONE – CHIEVO 1-0

CROTONE (4-3-3): Cordaz; Sampirisi, Ceccherini, Ajeti, Martella; Barberis, Mandragora, Rohden (82’ Aristoteles); Trotta (73’ Tonev), Budimir (90′ Simy), Stoian. A disposizione: Festa (GK), Viscovo (GK), Kragl, Suljic, Pavlovic, Faraoni, Cabrera, Crociata. Allenatore: Zenga

CHIEVO (4-3-1-2): Sorrentino; Cacciatore, Dainelli (77’ Hetemaj), Gamberini, Gobbi; Bastien, Radovanovic, Rigoni (54’ Pucciarelli); Birsa; Inglese, Meggiorini (24’ Pellissier). A disposizione: Seculin (GK), Confente (GK), Garritano, Stepinski, Gaudino, Cesar, Bani, Depaoli, Tomovic. Allenatore: Maran

ARBITRO: Pairetto di Nichelino
MARCATORI: 33’ Budimir (C)
NOTE – Ammoniti: Ajeti (C), Bastien (CV), Gobbi (CV), Barberis (C), Mandragora (C), Birsa (CV), Dainelli (CV), Aristoteles (C). Recupero: 3’ pt e 5’ st.

CROTONE – Il Crotone ritrova finalmente i tre punti dopo ben quattro sconfitte consecutive. La vittoria, la prima di Zenga, arriva contro il Chievo di Maran che nella scorsa giornata aveva costretto al pari la Roma. Zenga per la delicata sfida di questo pomeriggio riconferma il 4-3-3 con Stoian e Trotta a sostenere Budimir. Maran vara il solito 4-3-1-2 con Birsa a sostegno di Meggiorini e Inglese.

Assalto rossoblu

La squadra dell’ex portiere mostra fin da subito gli artigli, impegnando tante volte Sorrentino fin dai primi minuti: al 5’ ed al 7’ con Stoian, grande tiro a giro deviato dal portiere in corner prima e poi su una bella girata all’altezza del dischetto. Al 17’ ancora Crotone: Rohdén attacca da destra, passaggio rasoterra per Budimir che fallisce da pochi passi. Grande occasione sprecata. L’attaccante però si fa perdonare al 33’ quando Stoian colpisce una traversa con un tiro-cross, Ajeti prima viene respinto dalla difesa ma successivamente riesce a servire il croato che facilmente supera Sorrentino. 1 a 0 meritato per gli uomini di Zenga che hanno dominato la prima frazione, soprattutto nella zona nevralgica del campo.

Il Chievo si sveglia nel finale

Anche in avvio di ripresa i calabresi premono sull’acceleratore, il Chievo è ancora in difficoltà e rischia di capitolare al 54’ quando Trotta, che calcia di prima su un cross di Martella, non trova la porta per poco, ed al 57’ quando Sorrentino compie un vero e proprio miracolo su Budimir. Il Chievo è in bambola ed al 70’ è Rohden a sfiorare la rete con una gran conclusione dal limite. Nei minuti finali i clivensi provano ad alzare il baricentro creando finalmente qualche occasione importante. All’80’ Cordaz deve superarsi su un pallonetto dopo una serie di rimpalli. All’81 gol giustamente annullato ad Inglese per la posizione irregolare dell’attaccante di proprietà del Napoli. L’ultima grande chance capita a Pucciarelli al 91’ su un tiro rasoterra che accarezza il palo e va fuori.

Dopo 5 minuti di recupero l’arbitro fischia la fine e l’Ezio Scida può liberare il suo grido di gioia. Tre punti fondamentali per i pitagorici in vista anche della sfida delle 18 tra Benevento e Spal.

 

Print Friendly, PDF & Email





To Top