Calcio

Catanzaro inconcludente, il Potenza passa col pari

POTENZA – CATANZARO 1-1

POTENZA (3-4-3): Ioime; Sales, Emerson, Silvestri; Coccia, D’Angelo, Coppola, Sepe; Ricci (18’st Viteritti), Murano(40’st Franca), Golfo (42’st Longo). In panchina. Santopadre, Brescia, Gassama, Souare,, Di Somma, Panico, Dettori, Volpe, Iacullo. All.: Raffaele

CATANZARO (3-4-3): Bleve; Celiento, Atanasov, Martinelli; Statella (9’st Tulli), Corapi (9’st Di Livio), De Risio, Contessa (42’st Nicoletti); Kanoute (29’st Urso), Di Piazza (9’st Bianchimano), Carlini. In panchina. Di Gennaro, Mittica, Riggio, Novello, Bayeye. All.: Auteri.

ARBITRO: Santoro di Messina

NOTE: Ammoniti: Contessa (C), Di Risio (C), Statella (C), Corapi (C), Ioime (P)

MARCATORI: 21′ pt Murano (P), 45′ + 4 st Urso (C)

 

POTENZA – Playoff ancora una volta infausti per il Catanzaro, che non riesce a cambiare il suo rapporto maledetto con la post-season.

Non iniziano male i giallorossi, che sembrano più convinti nel palleggio. Il Potenza ha vinto entrambe le sfide di campionato per 2-0 grazie a una difesa rocciosa e a una fase offensiva in grado di capitalizzare anche le occasioni sporche. Stavolta il Catanzaro sembra avere le idee più chiare, forte anche dell’assenza di Giosa, uno dei cardini difensivi della squadra di Raffaele. Gli sviluppi migliori arrivano quando, dopo una verticalizzazione di De Risio, la palla si sposta velocemente da sinistra verso destra, dove Corapi e Carlini, i giocatori migliori delle aquile, possono associarsi. L’occasione migliore però arriva con una giocata più verticale: gran lancio di Martinelli per lo scatto profondo di Di Piazza che a giunto in area non sa bene cosa fare, perde l’attimo per lo stop, si fa recuperare dal difensore e finisce per calciare da posizione impossibile.

E’ la sliding door della partita, perché un minuto dopo su una palla sporca, spazzata presuntuosamente di tacco da Martinelli, Murano calcia all’improvviso. E’ un tiro lento, senza pretese, ma Bleve pensa che vada fuori, lo guarda senza interesse fino al momento in cui si accorge che sta entrando in porta: quando prova a recuperare la frittata è fatta, Potenza 1, Catanzaro 0. Kanouté poco dopo ha la palla del pari sul sinistro ma strozza troppo il tiro e calcia di poco fuori. La squadra di Auteri colleziona calci d’angolo ma non sa sfruttarli. Nella ripresa i giocatori del Potenza cadono a ogni contrasto e guadagnano falli preziosi, che fanno scorrere il cronometro. Bianchimano al posto di un deludente Di Piazza non riesce ad accendere la luce. La costruzione è macchinosa, si rischia anche di subire qualche contropiede. Sull’unico tiro da fuori degli ospiti arriva il pari di Urso: troppo tardi però, è il 94′ e l’arbitro di minuti di recupero ne ha assegnati cinque. Finisce così una stagione mediocre, conclusa con l’ennesima sconfitta ai playoff.

Print Friendly, PDF & Email

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com