Calcio

Il Cosenza non si arrende e batte il Pordenone grazie ai gol di Rivière e Bittante

PORDENONE – COSENZA 1-2

PORDENONE (4-3-1-2): Bindi 5,5; Almici 5 (31’ pt Tremolada 6) Barison 6 Camporese 6 Gasbarro 5,5 (1’ st De Agostini 6); Misuraca 5,5 (1’ st Vogliacco 6) Burrai 6 Pobega 6 (9’ st Mazzocco 6); Gavazzi 6 (9’ st Bocalon 6); Ciurria 5,5 Candellone 6. In panchina: Passador, Di Gregorio, Stefani, Chiaretti, Semenzato, Pasa, Zammarini. Allenatore: Tesser 6.

COSENZA (3-4-3): Saracco 6,5; Capela 6 Idda 6 Legittimo 6; Casasola 6,5 (43’ st Corsi sv) Bruccini 6,5 Sciaudone 6,5 Bittante 6,5 (31’ st D’Orazio sv); Carretta 6 (20’ st Bahlouli 6) Rivière 6,5 Báez 5,5. In panchina: Quintiero, Perina, Lazaar, Broh, Schiavi, Monaco, Kone, Sueva, Prezioso. Allenatore: Occhiuzzi 6.

ARBITRO: Maggioni di Lecco 6.

MARCATORI: 19’ pt rig. Rivière (C), 23’ pt Bittante (C), 21’ st Candellone (P).

NOTE: partita giocata a porte chiuse. Ammoniti: Barison (P), Bahlouli (C). Angoli: 2-4. Recupero: 1‘ pt, 4‘ st.

TRIESTE – I rossoblù non si arrendono e vincono sul neutro di Trieste contro il Pordenone. Successo grazie a Rivière e Bittante: a nulla serve la rete fortuita di Tremolada. 

Il Cosenza, dopo la vittoria contro il Perugia, spera nella salvezza anche se il percorso non è affatto semplice. I calabresi arrivano sul neutro di Trieste proponendo sempre il 3-4-3: assenti Machach e Asencio per rispettivi problemi fisici. Il Pordenone, invece, gioca con il 4-3-1-2 mandando Cavazzi come trequartista alle spalle di Ciurria e Candellone. 

Rivière dal dischetto e Bittante, Cosenza avanti contro il Pordenone 

Misuraca arriva a tu per tu con Saracco, ma l’arbitro ferma tutto per un possibile tocco di mano. Il Pordenone parte subito forte mentre il Cosenza cerca di ripartire con un possesso palla e qualche lancio in avanti senza, al momento, alcun effetto. Cavazzi al minuto 11 fa fuori Capela e calcia al lato. Rivière conquista un calcio di rigore: dal dischetto si reca lo stesso attaccante che non sbaglia.

I calabresi non mollano e raddoppiano al 23’ con Bittante che di testa fa centro grazie all’assist di Casasola. Barison prova a scuotere i suoi compagni, ma il colpo termina alto. Tesser passa al 3-4-1-2 facendo entrare Tremolada al posto di Almici. Intanto Candellone impegna Saracco che para un colpo ravvicinato. Sciaudone non ci pensa due volte e calcia dalla distanza al 39’: palla fuori dallo specchio e primo tempo che si conclude senza altre situazioni importanti di gioco. 

Tremolada riaccende il match 

Tesser riparte il secondo tempo facendo entrare De Agostini e Vogliacco al posto di Gasbarro e Misuraca: si ritorna in casa neroverde con il 3-4-1-2. Il Pordenone fa entrare la punta Bocalon e Mazzocco esaurendo già i cambi a disposizione. I calabresi soffrono maggiormente visto che la squadra friulana è piuttosto offensiva dopo le sostituzioni. 

Al 15’ Sciaudone schiaccia debolmente un tiro laterale mandando la sfera fuori. Intanto il Pordenone riapre il match grazie alla rete di Candellone che colpisce involontariamente un tiro del compagno Tremolada. Occhiuzzi intanto fa uscire Carretta ed entra Bahlouli. Il nuovo entrato prova a calciare di forza trovando la respinta della difesa.

Vincono i rossoblù 

Gran controllo di Bahlouli e tiro di forza del calciatore rossoblù anche se la palla non inquadra la porta avversaria. Occhiuzzi inserisce forze fresche e opta per l’ingresso di D’Orazio al posto di Bittante: non cambia il modulo del Cosenza. Tremolada prova il calcio piazzato trovando la respinta della barriera. Durante i 4 minuti di recupero da segnalare il solo tiro di Vogliacco alle stelle: il Cosenza resiste e vince la gara.

Print Friendly, PDF & Email

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com