Calcio

Caserta punisce gli amaranto

JUVE STABIA – REGGINA 1 – 0

Juve Stabia (4-3-3): Nocchi; Maury, Figliomeni, Scognamiglio, Gorzegno; Erpen (19’ st Mezavilla), Caserta, Genevier, Acosty (42’ st Murolo); Mbakogu (30’ st Improta), Cellini. A disposizione: Seculin, Doninelli, Jidayi, Gargiulo. All. Piero Braglia
Reggina (3-5-2): Baiocco; Adejo, Ely, Lucioni, Di Bari; Melara, Armellino, Hetemaj (40’ st Bombagi), Barillà; Fischnaller (18’ st Sarno), Comi (28’ st Ceravolo). A disposizione: Facchin, Bergamelli, Castiglia, D’Alessandro. All. Davide Dionigi


Arbitro: Tommasi di Bassano del Grappa

Marcatore: 84′ Caserta (J)

Ammoniti: Gorzegno, Hetemaj, Erpen,Figliomeni (J), Comi, Lucioni (R)

Note: al 43′ del p.t. viene allontanato Dionigi (R)

Allo stadio “Romeo Menti” di Castellamare di Stabia, (uno dei tre stadi dedicati a Romeo Menti, calciatore vicentino scomparso tragicamente nella “Strage di Superga”, gli altri sono quello di Montichiari(BS), e quello di Vicenza), nel turno infrasettimanale valido per la dodicesima d’andata Serie bwin si sono affrontate la Juve Stabia e la Reggina. Le “vespe giallonere” venivano da una cocente sconfitta a Modena contro la prima della classe il Sassuolo ed erano in cerca di un pronto riscatto tra le mura amiche. Gli amaranto d’altro canto apparivano galvanizzati dal successo interno contro l’Ascoli ed erano vogliosi di continuare a muovere la classifica. Mister Piero Braglia si schiera con un 4-3-3 viste le assenze degli squalificati Baldanzeddu e Dicuonzo oltre che degli infortunati Agyei, Bruno, Vinci e Zito. Mister Davide Dionigi risponde con un 3-5-2, a sorpresa esclude Sarno e Ceravolo dall’undici titolare. Davanti, Fischnaller-Comi come tandem offensivo. Esordio dal 1′ per Fabio Lucioni. La prima azione degna di nota  è da parte dei padroni di casa con  Caserta  tiro che va di poco fuori. Al 34’ Gorzegno pesca Mbakogu in area di rigore, ma il colpo di testa dell’attaccante campano finisce fuori. Al 39’ ancora una possibilità per la Juve Stabia con una conclusione potente di Acosty. Ely ribatte prima dell’intervento di Baiocco. Al 43’ viene allontanato dal terreno di gioco il tecnico della Reggina Davide Dionigi per proteste su un fuorigioco dubbio di Armellino, poco prima l’arbitro aveva graziato Gorzegno, già ammonito, per un fallo su Melara. Il primo tempo termina sullo zero a zero. Inizio ripresa con la Reggina che ci prova con tiri da fuori: prima Barilla, la palla finisce a lato poi Armellino, Nocchi para in due tempi. Al 63’ Erpen con un tiro da fuori area prende la traversa in pieno a Baiocco battuto. Al 71’ è Cellini con un diagonale a lambire il palo.

Il gol sembra nell’aria e arriva  all’84’ con un Tap-in vincente di Caserta, reggino di Melito Porto Salvo, Il primo tentativo era stato parato da Baiocco ma sulla respinta il capitano delle vespe ribadisce in gol. Festeggiamenti senza esultanza in rispetto della squadra della sua città. Nonostante i cinque minuti di recupero assegnati dal signor Tommasi gli amaranto non riescono a pareggiare. La Juve Stabia batte la Reggina 1-0. Sconfitta maturata nel finale, ma nel complesso giusta.

 

PROSSIMO INCONTRO: 3/11/12 Reggina – Varese

 

Print Friendly, PDF & Email

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com