Calcio

Catanzaro, le ultime manovre di mercato

Sono queste le ultime operazioni di mercato della società giallorossa che in questi giorni, in merito all’iscrizione al campionato di Prima Divisione di Lega Pro,  ha ottenuto il parere favorevole dalla Covisoc e delle Commissioni tecniche competenti.  Il Catanzaro cede il difensore Alessio Mariotti a titolo definitivo all’Alessandria. Per quanto riguarda il mercato in entrata la società comunica di essersi “assicurata le prestazioni sportive del centrocampista Riccardo Casini, classe ´92, proveniente dal Bologna con la formula del prestito”. Il calciatore, nativo di Ferrara, cresciuto nelle giovanili del Bologna, nello scorso campionato ha militato in Prima divisione con la maglia del Prato (per lui 27 presenze all’ attivo). Nella stagione 2011/12 ha vestito la casacca della “Primavera” rossoblù, vantando anche alcune presenze con la prima squadra del club felsineo. Sempre in data odierna, è stato raggiunto l’accordo con la società Delfino Pescara per il ritorno in giallorosso del difensore Loris Bacchetti con la formula del prestito.

Ma intanto l’U.S. Catanzaro riguardo al prossimo campionato, alla campagna abbonamenti e il simbolo della squadra ha diffuso questo comunicato:

“Poiché per qualche osservatore i dettagli sono più importanti della sostanza, abbiamo ritenuto di eliminare, dalla grafica della campagna abbonamenti 2013-2014, l’immagine dell’Aquila, simbolo della città di Catanzaro e della squadra di calcio.  Predisponendo la campagna abbonamenti, infatti, ci siamo concentrati sulla sostanza: una diminuzione dei prezzi tra il 20 e il 30 per cento, prelazione e sconti per gli abbonati, prezzi popolari per il settore tribuna est per ovviare all’ indisponibilità dei distinti. Così come tutte le energie della società, del presidente, del direttore sportivo, sono concentrate su altre questioni di ‘sostanza’: l’iscrizione della squadra al campionato senza patemi, la definizione dei nuovi acquisti per costruire una squadra che possa disputare un campionato da protagonista. Qualcuno forse dimentica che, fino a poco tempo fa un Catanzaro magari molto attento ai dettagli, ma poco alla sostanza, costringeva la città e la sua tifoseria a pesanti umiliazioni. Grazie all’ impegno e ai sacrifici del presidente Cosentino tutto ciò appartiene al passato, ma a qualcuno forse dà fastidio la serenità ritrovata, la possibilità di parlare finalmente di calcio giocato. Conosciamo il valore dei simboli – tanto che uno dei primi atti del presidente Cosentino è stato proprio quello di investire per rilevare il logo storico dell’Unione Sportiva Catanzaro –, e sappiamo la differenza tra l’Aquila reale e l’Aquila dalla testa bianca, cosiddetta ‘americana’, senza bisogno di dotte lezioni di ornitologia o di comunicazione. Tuttavia eravamo convinti che sarebbe stata perdonata la frettolosità nella scelta di un elemento grafico di una locandina, di fronte alla ‘sostanza’ della nuova campagna abbonamenti. Siamo comunque pronti ad accettare tutte le critiche, certamente costruttive e disinteressate, nella speranza che quanti amano il Catanzaro apprezzeranno soprattutto il lavoro che stiamo facendo per fare volare in alto le Aquile e dare gioie ai tifosi.

 

Andreina Morrone

Print Friendly, PDF & Email





To Top