Calcio

Il Cotronei passa di rigore. Locri in finale dopo 22 anni!

COSENZA – La lotteria dei rigore ha così deciso: è il Cotronei la prima finalista della Coppa Italia Dilettanti Calabria 2017 – 2018.

Acri – Cotronei 6-5 dcr (1-1 al 90′)

AdAcri non bastano i 90′ regolamentari per decretare la vincitrice. Nel primo tempo prova senza picchi d’intesità, ne da una parte, nè dell’altra. L’Acri prova ad impostare il gioco, i nuovi arrivati Corsale e Wajnsztejn fanno il loro. Ma il Cotronei, ormai orfano di Scalese, prova ad impensierire i rossoneri al 29′, con una conclusione da distanza ravvicinta, di poco a lato, di Colosimo.

Dopo un primo tempo avaro di emozioni, l’Acri ha la possibilità di sbloccare il risultato già al 1′ della ripresa con Corsale ma il suo tiro di destro accarezza appena il palo. All’8′ occasione importante anche per gli ospiti con Russo che centra in pieno la traversa. Sul rapido capovolgimento di fronte, Criniti prova a spiazzare Nicoletta ma il portiere si fa trovare pronto e devia in angolo. Ancora Acri al 22′: incursione di Petrone che in diagonale batte Nicoletta ma De Martino è li appostato e può miracolosamente salvare sulla linea. Dopo una clamorosa palla sprecata da Corsale al 23′, la rete che fa esplodere gli oltre trecento del P. Castrovillari arriva al 28′, sugli sviluppi di un calcio di punizione, dopo un fallo di mani fuori area del portiere Nicoletta – sanzionato dall’arbitro solo con il giallo – grazie ad un’intuizione di Corsale. La gioia dei padroni di casa dura però pochi minuti perchè al 31′ l’arbitro Sità di Catanzaro fischia il calcio di rigore in favore del Cotronei per fallo in area di Federico (espulso) su Russo che si incarica di calciare il penalty e non sbaglia. Siamo sull’1-1, stesso risultato dell’andata. Nel finale, l’Acri ha la possibilità di evitare i calci di rigore, ma il direttore di gara non vede un fallaccio in area su Sposato, decisione che tutto lo stadio gli contesta.

Ai penalty vince il Cotronei 6-5 e Morelli, due anni dopo col Sambiase, festeggia ancora una volta ad Acri il pass per la finale. Ancora una volta ai rigori. Fatali per la squadra di Mancini gli errori dal dsichetto di Wajnszteijn e del giovane Mazza. Per il Cotronei aveva sbagliato Lorecchio (parato).

Locri – Gallico Catona 3-0

La formazione cotronellara in finale se la vedrà con il Locri che nel re-match con il Gallico Catona ha aggirato l’ostacolo senza troppi patemi d’animo. Nonostante le assenze importanti di Coluccio e Bruzzese, gli amaranto fanno la partita fin dalle battute iniziali. Arduo il compito del Gallico Catona che doveva recuperare dal 1-2 interno dell’andata. La squadra di casa passa in vantaggio già al 3′ con la rete di Lombardo, autore della doppietta personale al quarto d’ora. Al 17′ tris finale siglato dal solito e costante Pino Ruggiero. Nella ripresa qualche timida reazione del Gallico Catona, mai veramente pericoloso, e Locri che amministra agilmente il triplo vantaggio. 3-0 al triplice fischio finale e baci e abbracci al Comunale.

Il Locri è di nuovo finalista di Coppa 22 anni dopo la finale della stagione 1995-1996. In quell’occasione gli amaranto guidati da mister Pedullà alzarono il trofeo nella partita conclusiva ai danni della Cariatese.

Finale

L’atto conclusivo del torneo fra Cotronei e Locri è fissato per sabato 23 dicembre su campo neutro.

Print Friendly, PDF & Email





To Top