Calcio

Coppa Italia, ottimo esordio per il Città di Cosenza

Città di Cosenza

Pirossigeno Città di Cosenza – Prato San Marco Argentano 2-0

Pirossigeno Città di Cosenza: Gervasi, Casella; Naccarato, Chiappetta A., Riconosciuto, Gerbasi, Monterosso, Savuto, Scalzo, Chiappetta R., Ceraldi. Allenatore: Mendicino
Prato San Marco Argentano: Puzzo, Nudo, Iaquinta, Bisignano, Marigliano, Ferrari, Scilinguo, Spano, Colla, Camera, Andropoli, Savoia. Allenatore: Busa
Arbitri: Sapia Domenico di Rossano | Sansostri Rosy di Paola
Marcatori: – pt: 5° Chiappetta A. (CS) – 26° Riconosciuto (CS) tiro libero

La gara

La Pirossigeno Città di Cosenza fa il suo esordio casalingo nel match di Coppa Italia di Calcio a 5 contro l’ASD Prato San Marco Argentano, partita che vale l’accesso agli ottavi di finale. Entrambe le squadre, infatti, sono appaiate a tre punti nel girone 4 e la vincente sfiderà il già qualificato Città di Fiore.
 
Gli uomini di mister Mendicino aggrediscono gli avversari sin dai primi minuti di gioco: ci prova Riconosciuto ma la sua conclusione termina a lato; poi è bravo l’estremo difensore ospite ad anticipare Monterosso, ben pescato sul secondo palo. Al quinto minuto arriva il vantaggio rossoblù grazie al tiro improvviso di A. Chiappetta che coglie impreparato Camera. Un minuto dopo altra occasione per la Pirossigeno Città di Cosenza: A. Chiappetta va via in contropiede, conclusione respinta dal portiere avversario in uscita, sul rimpallo si avventa Monterosso che pesca R. Chiappetta in area ma il numero 21 rossoblù non riesce ad indirizzare il pallone nella porta sguarnita. Rinfrancati dagli errori commessi dai giocatori rossoblù, i ragazzi di mister Busa cominciano a rispondere agli attacchi cosentini con capitan Nudo che prova a pareggiare i conti trovando però la risposta del portiere rossoblù Gervasi. Al 14° è invece il giovane Camera a doversi superare per deviare in angolo la pericolosa conclusione da fuori area di R. Chiappetta. A quattro minuti dal termine tiro libero in favore dei rossoblù: Riconosciuto si incarica di battere e realizza il raddoppio.
A inizio ripresa Camera, estremo difensore ospite, viene subito chiamato in causa dalle conclusioni di A. Chiappetta, due volte, e Monterosso. Al 14° gli ospiti potrebbero accorciare le distanze e riaprire la partita ma la conclusione a porta vuota di Iaquinta, ben servito da Nudo, termina a lato. I cosentini risentono forse eccessivamente del caldo e dei carichi di lavoro settimanali, provano ad approfittarne allora gli ospiti con Marigliano e Ferrari ma i loro tiri vengono respinti dall’estremo difensore rossoblù Gervasi. Al 23° gli ospiti commettono il sesto fallo, il conseguente tiro libero viene nuovamente affidato a Riconosciuto ma la sua conclusione termina a lato. Altro tiro libero al 28° ma questa volta è a favore del Prato San Marco Argentano, si incarica della battuta l’esperto Bisignano il cui tiro viene però deviato in angolo da Gervasi. Rossoblù che non riescono a gestire la partita e commettono l’ennesimo fallo: questa volta si presenta sul dischetto del tiro libero l’ex Marigliano ma la sua conclusione termina a lato di un nulla. Dopo tre, lunghi, minuti di recupero ecco arrivare il triplice fischio che sancisce la fine delle ostilità e la qualificazione agli ottavi per la Pirossigeno Città di Cosenza.
Print Friendly, PDF & Email

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com