Calcio

Cosenza, sfatato il tabù San Vito

Un Cosenza bello e vincente “espugna” il San Vito dopo otto mesi e porta a casa tre punti vitali, che confermano la positività della cura Roselli: il nuovo tecnico ha trovato una squadra stanca e svogliata, ma sembra averla già rimessa a nuovo portando in dote 4 punti in tre giornate contro avversari per nulla facili (Lecce, Messina, Vigor). Il tornado Cosenza investe una Vigor che non è mai sembrata in partita, con un Ravaglia inoperoso per 94′ e 40” su 97′ di gioco.

Roselli sorprende tutti con un 4 – 2 – 3 – 1 nel quale reintegra Arrigoni in mezzo al campo e Zanini, alto sulla destra nei tre dietro la punta, soluzione già vista nel derby di Coppa contro la Reggina; per il resto gli undici sono gli stessi di settimana scorsa, con la difesa a quattro ormai consolidata (Magli e Tedeschi in mezzo, Sperotto e Ciancio laterali), Caccetta nel cerchio di mezzeria, Calderini dietro Cori e Fornito a destra.

Dopo un minuto e mezzo flipper originato da un tiro di Battaglia sul quale interviene Scarsella: il suo tiro è debole e centrale e Ravaglia, forse ingannato da un rimbalzo incontrollato, è costretto al bloccaggio in due tempi. Al 5′ Calderini viene atterrato da Filosa un metro fuori della lunetta antecedente l’area di rigore: della battuta si incarica Fornito, la cui punizione è perfetta e si insacca dove Piacenti non può arrivare. Per parlare di azione similpericolosa si deve attendere il minuto 20, con un tiro centrale e fiacco di Calderini servito da Fornito dopo una buona azione personale del furetto scuola Napoli. La partita porta in dote tanta sonnolenza, almeno fino al 30’quando Cori, ben imbeccato da un lancio dalle retrovie e servito da un errato colpo di testa di Filosa, stoppa e conclude a rete da pochi metri ma centralmente, con Piacenti che si esalta; tre minuti dopo Calderini si smarca e calcia verso la porta, con la palla che sibila vicino al palo, cogliendo però quello di sostegno della porta. Al 35′ Zanini, che già due volte si era fermato, non riesce a continuare per fastidi muscolari e viene rilevato da Blondett, che prende il posto di Ciancio basso a destra: il quale Ciancio, a sua volta, si sposta alto a destra invertendo la propria posizione con quella di Fornito. Al 41′ la Vigor decide di tentare la sortita offensiva con Improta, il cui cross si trasforma in una conclusione sul primo ingannevole per Ravaglia, il quale arriva sul pallone con sforzo.

Dopo cinque minuti della ripresa il Cosenza raddoppia: Caccetta strappa il pallone dai piedi di Scarsella e serve Calderini, il quale serve di nuovo l’accorrente capitano: conclusione rasoterra di prima che passa sotto le gambe di Piacenti e termina in fondo al sacco. Neanche il tempo di festeggiare che i rossoblu’ calano il tris: Arrigoni da sessanta metri fa planare un pallone perfetto sul petto di Cori: stop, controllo e tiro a fil di palo del centravanti silano che sigla così la sua terza rete stagionale, tornando al gol dopo la doppietta di Matera. Per rivedere colori biancoverdi all’attacco ci vuole il 20′, quando Puccio prova una sventola al volo ribattuta dai centrali rossoblu’. L’uno – due dei padroni di casa addormenta la partita, ragion per cui a far cronaca è uno scivolone di Ciancio ben imbeccato da Cori ed un tiro di Fornito alto sulla traversa. Da annotare, nel primo dei quattro minuti di recupero che accompagnano il Cosenza verso il trionfo nel derby, l’espulsione di Malerba per un brutto intervento su Caccetta.

Arriva dunque la prima vittoria del Cosenza in casa, con i Lupi sotto la curva insieme a Mister Roselli, anche lui a raccogliere l’abbraccio degli ultras: scene come non se ne vedevano da tempo, un tre a zero netto che lascia poco spazio all’immaginazione ed ottenuto contro una squadra in grande spolvero come la Vigor. Ora arriveranno gli scontri diretti, ed in questi bisognerà racimolare il giusto quantitativo di punti per risalire la china e passare un Natale tranquillo. Per ora, però, godiamoci questi tre punti.

Francesco La Luna

 

COSENZA – VIGOR LAMEZIA 3 – 0

COSENZA: Ravaglia; Ciancio, Tedeschi, Magli, Sperotto; Arrigoni, Caccetta; Fornito, Calderini (21′ st Cesca), Zanini (35′ pt Blondett); Cori (34′ st De Angelis). A disp: Saracco, Corsi, Criaco, Criaco, Mosciaro.

VIGOR LAMEZIA: Piacenti; Spirito, Filosa (23′ st Kostadinovic), Gattari, Malerba; Puccio (30′ st Voltasio), Scarsella, Battaglia; Improta, Montella (10′ st Held), Del Sante. A disp: Rosti, Rossini, Giampà, Catalano.

TERNA ARBITRALE: Arbitro De Giudici; 1° Ass: Stati; 2° Ass: Lanotte.

MARCATORI: 7′ st Fornito, 5′ st Caccetta, 6′ st Cori

RECUPERO 3′ pt; 4′ st

AMMONITI: Caccetta (C); Scarsella, Del Sante (V)

ESPULSI: Malerba (V)

PAGANTI: 1293 + 325 abbonati

Print Friendly, PDF & Email





To Top