Calcio

ll Cosenza vince la gara contro la Juve Stabia e resta in Serie B

COSENZA – JUVE STABIA 3-1

COSENZA (3-4-3): Saracco 6,5; Idda 6,5 Capela 6 Legittimo 6; Bittante 6 Sciaudone 6,5 Bruccini 6,5 Casasola 6; Baez 6 (25’ st Kone 6) Rivière 7 Carretta 6,5 (30’ pt Asencio 5,5). In panchina: Perina, Corsi, Lazaar, Broh, D’Orazio, Bahlouli, Schiavi, Machach, Monaco, Prezioso. Allenatore: Occhiuzzi 7.

JUVE STABIA (4-3-3): Provedel 6; Fazio 6 Tonucci 6 (27’ st Germoni 6) Allievi 6 Ricci; Addae 6 (11’ st Cisse 6) Calò 6 Mallamo 6; Canotto 6 (34’ st Bifulco sv) Forte 5,5 Di Mariano 5,5 (34’ st Rossi sv). In panchina: Russo, Melara, Izco, Troest, Mastalli, Vitiello, Sartorio, Calvano. Allenatore: Caserta 6. 

ARBITRO: Aureliano di Bologna 6.

MARCATORI: 16’ pt Sciaudone (C), 23’ pt rig. e 28’ st Rivière (C), 31’ pt Tonucci (J).

NOTE: partita giocata a porte chiuse. Espulso al 20’ st il direttore Trinchera (C) per proteste. Ammoniti: Sciaudone, Bittante (C), Tonucci, Di Mariano, Calò, Fazio (J). Angoli: 4-9. Recupero: 5‘ pt, 6‘ st.

COSENZA – Vittoria fondamentale per il Cosenza che grazie ad alcuni risultati incrociati si salva direttamente senza andare ai playout. 

Il Cosenza gioca con la stessa formazione che ha battuto l’Empoli al “Castellani” mentre la Juve Stabia propone il 4-3-3 con Canotto e Di Mariano ai lati con Forte al centro. 

Cosenza avanti, la Juve Stabia accorcia con Tonucci 

Il primo tiro del match arriva con Calò che calcia dalla distanza: palla di poco alta e brivido per Saracco. La Juve Stabia insiste maggiormente al contrario del Cosenza che invece attende maggiormente l’avversario per cercare la giusta ripartenza. Ottima conclusione di Carretta al volo al 13’ e palla fuori di pochissimo. In contropiede la Juve Stabia fa tremare la difesa di casa con Canotto che trova la netta opposizione di Saracco. 

Il Cosenza passa in vantaggio con un preciso diagonale di Sciaudone al 16’ dopo l’assist di Capela e il precedente tocco di Bruccini. Carretta conquista un calcio di rigore che Rivière trasforma con freddezza. Al 30’ Carretta si fa male: al suo posto entra Asencio. Al minuto 31 Tonucci accorcia le distanze dopo un’azione a dir poco rocambolesca. Intanto Calò prova il tiro dai 25 metri trovando la netta opposizione di Saracco. Dopo 5 minuti di recupero le squadre si recano negli spogliatoi. 

Rivière chiude il match 

La gara riparte senza cambi. Intanto al 6’ Calò calcia di precisione un tiro piazzato dalla sinistra del rettangolo di gioco, ma la palla termina al lato. Salvataggio sulla linea di Calò dopo il colpo ravvicinato di Baez. Intanto Caserta fa entrare Cisse al posto di Addae. La Juve Stabia colpisce un palo al 17’ del secondo tempo con un tiro velenoso di Di Mariano.

Intervento decisivo di Saracco che salva il risultato e mantiene il vantaggio dei rossoblù. Kone fa il suo ingresso in campo al posto di Baez. Rivière segna la terza rete di giornata in casa rossoblù al 29’ con un tocco ravvicinato sul quale la difesa gialloblu recrimina per una sospetta posizione di fuorigioco. 

Il Cosenza giocherà in B anche il prossimo campionato 

Grande tiro di Bruccini e conseguente risposta del portiere: intanto Caserta fa entrare Bilfuco e Rossi per prova a ribaltare la gara. L’arbitro assegna 6 minuti di recupero cercando di gestire il match per evitare problemi nel finale. Termina la gara e grazie al gol nel finale del Chievo contro il Pescara il Cosenza resta in Serie B

Print Friendly, PDF & Email

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com