Calcio

Il Catanzaro ospita la Paganese. Per Dionigi conta solo il campo

Dionigi

CATANZARO – Nella settimana forse più convulsa per il Catanzaro della nuova gestione Noto, col processo Money Gate in pieno svolgimento, Dionigi cerca di rimanere concentrato solo sul campionato. Al “Ceravolo” giunge la Paganese penultima in classifica, una squadra comunque insidiosa che ha colto le uniche tre vittorie stagionali lontana dalle mura amiche.

La carica di mister Dionigi

Ovviamente l’allenatore giallorosso si è soffermato su questa particolare statistica, provando a interpretarla da un punto di vista prettamente tattico. «Non credo siano casuali i risultati della Paganese. In casa solitamente si è costretti a controllare il pallone e a imporre il contesto della partite. In trasferta invece – dichiara il tecnico – si può giocare di rimessa affidandosi ai lanci. Spero comunque che domani i nostri avversari provino con più frequenza a giocare il pallone».

Problemi per il centravanti Saveriano Infatino

Una dichiarazione di intenti per Dionigi, la cui squadra notoriamente ama attaccare gli spazi alle spalle della difesa, essendo costretto peraltro a schierare un attacco leggero, data l’assenza di Infantino, vittima ormai di ricadute croniche. «Non credo comunque che si tratti di problemi fisici. Molti giocatori oltre a lui hanno avuto degli acciacchi, ma credo che questo sia dovuto alle diverse metodologie di lavoro imposte rispetto alla gestione precedente. Infantino in ogni caso dovrebbe tornare per la partita con la Casertana».

Qualche assenza di troppo

Il centravanti giallorosso non sarà il solo assente nel match di domani (foto pagina Facebook ufficiale del Catanzaro). Saranno infatti indisponibili altri titolari come Letizia, Benedetti, Gambaretti e Onescu, quest’ultimo squalificato. Dionigi cercherà di sopperire alle numerose defezioni con la solita grande intensità. Il tutto palesando un approccio quasi gasperiniano alla partita. «Per via delle assenze domani dovrò schierare la difesa a quattro. Ma più che il modulo nel mio calcio contano i principi: come al solito, dovremo creare duelli individuali a tutto campo e vincere la partita sul piano dell’agonismo. Su questo i ragazzi mi hanno dato le giuste risposte. Oggi ho dovuto interrompere la partitella di rifinitura – conclude – per la troppa cattiveria che ci stavano mettendo».

Al netto di tutte le questioni extracampo Dionigi e i suoi sembrano concentrati solo sulla Paganese e sull’obiettivo che, ricorda l’ex centravanti della Reggina, resta la salvezza. Domani scenderanno in campo numerosi giovani che dovranno tenere fede alle idee del proprio allenatore. Solo così si potrà superare uno dei momenti chiave della stagione giallorossa.

Al termine della seduta di rifinitura il tecnico Davide Dionigi ha diramato la seguente lista dei convocati.

PORTIERI: Nordi, Marcantognini;

DIFENSORI: Di Nunzio, Imperiale, Marchetti, Nicoletti, Riggio, Sirri, Zanini;

CENTROCAMPISTI: Icardi, Kanis, Maita, Marin, Spighi, Van Ransbeeck;

ATTACCANTI: Anastasi, Falcone, Lukanovic, Puntoriere.

Emanuele Mongiardo

Print Friendly, PDF & Email

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top