Calcio

FINAL EIGHT CALCIO A5 FEMMINILE: Pro Reggina, che serataccia

AZ GOLD WOMEN – PRO REGGINA 97 6 – 0

AZ GOLD WOMEN: Mascia, Pastorini, Blanco, Reyes, Marranghello, Verzulli, Silvetti, Gayardo, Maione, Di Marcoberardino, Nobilio, Vuttariello. All. Marcuccitti

PRO REGGINA: Trovato Mazza, Siclari, Presto, Politi, Violi, Cannizzaro, Romeo, Vadalà, Napoli, Mezzatesta, Mendolia, Cacciola. All. Tramontana

ARBITRI: Sue Ellen Salvatore (Gallarate), Emanuela Rea (Roma 1) CRONO: Marco Villanova (Bari)

MARCATORI: 3’27” Blanco (A), 6’20” rig. Gayardo (A), 6’44” Blanco (A), 12′ Gayardo (A) del p.t., 3’01” e 17’57” Reyes (A) del s.t.

AMMONITI: Presto (R)

di Pasquale Barreca – Al Palaroma di Pescara è andato di scena quello che sulla carta era Il quarto di finale più incerto della giornata, di fronte le Campionesse d’Italia della Pro Reggina e l’Az Gold Woman prima nel girone B con 17 vittorie e 2 pareggi. Quintetto reggino di partenza con Trovato Mazza Siclari Presto Violi e Politi. A volte capita che nonostante tu non sia inferiore all’avversario la tensione ti tiri brutti scherzi e cosi su un lancio alto di Noe (Reyes),  l’argentina Blanco spizzica la palla di testa mandandola alle spalle del portiere. Ti trovi sotto e allora provi a reagire ma nonostante ce la metti tutta non riesci a cambiare una serata iniziata male e che continua peggio quando l’arbitro assegna il rigore al Chieti. Rigore che viene realizzato da Gayardo che raddoppia e quando sul solito lancio lungo facciamo l’ennesimo pasticcio con Trovato Mazza e Romeo permettendo a Blanco che aveva sbagliato lo stop iniziale di approfittarne e segnare da terra  spalle alla porta capisci che domattina non sarà un bel risveglio. Dopo dodici minuti Gayardo di punta fa il quattro a zero. Mister Tramontana cerca di cambiare: fuori Trovato Mazza dentro Cacciola che funge da quinto di movimento con l’obiettivo di riaprire il match ma non è serata e lo si capisce quando a negarci il gol è il palo interno su tiro di Mezzatesta. Nella ripresa quinta rete per le abruzzesi con la spagnola Noe . La Pro Reggina tutta riversa nell’area dell’Az in cerca del gol della bandiera ma le neroverdi ormai si sono chiuse in gestione del vantaggio. Qualche minuto di sospensione per l’infortunio della Cacciola forse un calo di pressione a furia di andare avanti e dietro per il campo, per fortuna tutto bene. Tocca al capitano Siclari vestire i panni del portiere e a 4′ e 15” dalla fine fare una parata degna del miglior buffon. Doppietta anche per Noe che chiude la partita e con essa fa svanire il sogno triplete… Peccato!

 

Print Friendly, PDF & Email

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com