Calcio

Il Cosenza esce da Siracusa con un passivo che deve far riflettere

SIRACUSA – COSENZA 4-2

SIRACUSA (4-2-3-1): Tomei 6; Daffara 6 Turati 6 Magnani 6 Parisi 6; Spinelli 6 Palermo 6; Grillo 6,5 (7’ st Sandomenico 7) Catania 7 (36’ st Mancino sv) Mazzocchi 6 (36’ st Giordano sv); Scardina 6 (44’ st Bernardo sv). In panchina: D’Alessandro, Plescia, Vicaroni, Mucciante, Liotti, Punzi, Toscano, Martinez. Allenatore: Bianco 6,5

COSENZA (4-3-3): Perina 5; Idda 5,5 Dermaku 5,5 Pascali 4,5 (37’ st Liguori sv) Corsi 5; Calamai 5 Palmiero 5 (1’ st Loviso 5) Bruccini 5 (37’ Statella sv); Caccavallo 6 (22’ st Pinna 5,5) Mendicino 6 (30’ pt Baclet 5) Mungo 5,5. In panchina: Saracco, Pasqualoni, Boniotti, Collocolo, Stranges, D’Orazio. Allenatore: Fontana 5

ARBITRO: Mantelli di Brescia 6,5

MARCATORI: 2’ pt Mendicino (C), 12’ pt Mungo (C), 22’ pt Grillo (S), 37’ pt Catania (S), 28’, 48’ st Sandomenico (S)

NOTE: spettatori 2500 circa di cui una ventina ospiti. Ammoniti: Palmiero (C), Corsi (C), Pascali (C), Spinelli (S), Loviso (C). Angoli: 5-2 per il Siracusa. Recupero: 3‘ pt,4 ‘ st

SIRACUSA – Perde in malo modo il Cosenza che esce sconfitto da Siracusa subendo quattro reti. Nonostante i primi 20 minuti ad alta intensità i silani non reggono la pressione psicologica e crollano per la terza volta in questo campionato.

Confermato il 4-3-3 per il Cosenza che cambia qualcosa in ogni reparto (foto facebook del Siracusa). Dentro la mischia, nell’inedito ruolo di terzino sinistro, il capitano Corsi. Mendicino prende il posto di Baclet mentre Mungo scala in avanti al posto di Statella: dal primo minuto Calamai a centrocampo. Il Siracusa propone un 4-2-3-1 con Scardina unica punta davanti al tridente formato da Grillo e Marzocchi ai lati con Catania al centro. De Vito e Mangiacasale non recuperano, stessa cosa dicasi per Tutino sponda rossoblù.

DOPPIO VANTAGGIO DEL COSENZA, LA RIPRENDE IL SIRACUSA

Disattenzione clamorosa del Siracusa in difesa al minuto 2. Il portiere Tomei sbaglia il controllo, dopo un passaggio arretrato di Parisi, con Bruccini che si fionda sulla sfera. La palla rimbalza e a favorirne è Mendicino che di piatto fa centro. Al minuto 12 invenzione di Caccavallo con un lancio da oltre 40 metri: Mungo se la prolunga di testa e calcia verso la porta riuscendo a raddoppiare al “De Simone”.

Il Siracusa si rende pericoloso con Spinelli che al 17’ colpisce la parte superiore della traversa. Catania al minuto 22 serve Grillo al centro permettendo al Siracusa di accorciare le distanze. Salvataggio sulla riga da parte di Pascali che evita il pareggio di Magnani al 25’. Alla mezz’ora Mendicino esce per infortunio lasciando spazio a Baclet. Il Siracusa trova il 2-2 al 37’ con una prodezza di Catania.

 LA RIBALTA IL SIRACUSA. CALO MENTALE PREOCCUPANTE PER IL COSENZA

Fontana opta per il secondo cambio ad inizio ripresa: esce Palmiero ed entra Loviso. Anche mister Bianco al 7’ fa entrare Sandomenico che prende il posto di Grillo. Al minuto 16 Perina controlla la traiettoria del calcio piazzato battuto da Sandomenico. Terzo cambio al 22’ per il Cosenza: esce Caccavallo ed entra Pinna. Torsione fuori misura di Catania che non incrocia la porta di Perina.

Al 28’ errore a centrocampo di Calamai. La palla viene presa da Sandomenico che tira dalla distanza e colpisce un doppio palo prima di insaccare la palla in rete: il Siracusa ribalta il risultato. Baclet vicino al pari al minuto 34 fermato sulla linea da Magnani. Fontana si lancia in ottica offensiva inserendo Liguori e Statella al posto di Calamai e Pascali. I silani si lanciano in avanti ma nel finale subiscono la quarta marcatura con Sandomenico. Il Cosenza non riesce a vincere : la situazione di classifica non promette bene.

Alessandro Artuso

Print Friendly, PDF & Email





To Top