Altri Sport

La Tonno Callipo al via del prossimo campionato di Serie B1 maschile

VIBO VALENTIA – La nuova Serie B unica di pallavolo maschile vedrà ai nastri di partenza anche la Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia. La società giallorossa ha deciso di acquisire il titolo della neopromossa, dal campionato regionale di Serie C, Olimpia Bagnara e di partecipare a quella che sarà la terza serie nazionale. Il presidente Pippo Callipo, insieme ai suoi dirigenti, ringrazia la disponibilità e la cordialità della società bagnarese che per ragioni di opportunità, principalmente legate a difficoltà di carattere logistico nell’affrontare un campionato come quello di B1, non ha proseguito nel proprio cammino sportivo dopo la promozione. La Volley Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia sarà orgogliosa di rappresentare anche gli amici bagnaresi e tutta la società dell’Olimpia Bagnara nel prossimo campionato di B1. Quella della società giallorossa è stata una scelta ponderata in base anche al fatto di poter valorizzare al meglio le risorse di capitale umano e tecnico presenti nel proprio settore giovanile. Così il presidente Pippo Callipo sulla scelta di partecipare al campionato nazionale di Serie B1: «In queste settimane sono state due – ha affermato il patron giallorosso – le scelte fondamentali che abbiamo ponderato. Partecipare al campionato di Superlega presentando l’apposita istanza, ed essere al via anche nel campionato di Serie B dopo aver acquisito il titolo sportivo del Bagnara. Questa scelta è stata intrapresa poiché i nostri giovani, dopo il nostro ritorno nella massima serie, avrebbero dovuto quasi sempre sedere in panchina. Stiamo cercando di costruire una squadra competitiva che possa ben figurare nel campionato di Superlega e difficilmente avremmo potuto dare spazio ai nostri ragazzi del settore giovanile. In questo modo diamo loro la possibilità di respirare l’aria e il profumo della pallavolo giocata e avranno la possibilità di giocare e crescere sotto tutti i punti di vista in un campionato che si preannuncia difficile e competitivo».

Print Friendly, PDF & Email

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top