Calcio

L’Acri non ferma il Roccella: 3-1 e primo posto in classifica per i reggini

Eccellenza, 7^ Giornata: 

Il Roccella centra l’obiettivo: Figliomeni, Calabrese e Criniti firmano la vittoria sull’Acri. Adesso l’Isola è nel mirino. L’Acri regge fino ad inizio ripresa poi gli uomini di Galati chiudono la pratica sul 3-1.

L’11 acrese, oggi in casacca gialla (foto di Antonio Labate)

LA PARTITA – Come da pronostico è il Roccella ad impostare da subito la gara sul suo gioco. Gli uomini di mister Galati infatti passano in vantaggio al 4′ con un preciso tiro di Cosimo Figliomeni che batte il rientrante fra i pali Francesco Di Iuri. L’ Acri non accusa il colpo e al quarto d’ora trova il gol del pareggio: pallone vagante in area e colpo di testa ravvicinato di Carrieri. Gli ospiti rossoneri, ravvivati dal gol dell’1-1 ci provano ancora con un pericoloso tiro su punizione di Marano, ma circa venti minuti dopo i padroni di casa sono di nuovo in vantaggio con Calabrese servito dalla sinistra da un ottimo Laaribi. Sempre Calbrese solo due minuti più tardi ha la palla per chiudere la gara ma si vede negare la rete da Di Iuri. E’ l’ultimo grande azione dei padroni di casa perchè negli ultimi dieci minuti del primo tempo meglio in campo l’Acri degli uomini di Galati.

La ripresa però ritrova un Roccella più pericoloso e determinato alla conquista della vittoria finale. E cosi al 18′ l’arbitro,  fischia un calcio di rigore, penalty contestato dai tifosi avversari, per fallo su Calabrese: dagli undici metri non sbaglia Criniti. Dopo il triplo vantaggio l’Acri non riesce più a rendersi aggressiva. I rossoneri, che alla mezz’ora rimangono in dieci uomini per l’espulsione di Luzzi, accusano la superiorità degli avversari che  segnano il gol del 4-1 con Saffioti ma si vedono annullare la rete per fuorigioco. Nei minuti finali reclamato anche un calcio di rigore dal Roccella per un dubbio fallo di mani (anzi di braccio).

Il Roccella agonisticamente più cattiva dell’avversario conquista quindi in maniera meritata tre punti pesanti che permettono agli uomini di Galati, complice la disfatta di Isola a Paola, di agganciare la vetta della classifica. L’Acri tiene il campo e l’avversario per metà gara ma nel secondo tempo è da registrare un’involuzione rispetto alla vittoria casalinga di domenica scorsa.

 TABELLINO:
Roccella – Acri  3 – 1

ROCCELLA: Belcastro, Laaribi, Saraco, Pizzoleo, Minici, Coluccio, Criniti, Calabrese, Saffioti, Figliomeni (42′ st Oliva), Femia.  All.: Galati

ACRI: Di Iuri (35′ st Marchese), Luzzi, Tempo,  Carbonaro, Cavatorti (21′ st Romano), Parisi, Marano, Carrieri, Levato, Gallo, Marano, Schiavello (36′ st Zicarelli). All.: Perrelli

Arbitro: F. Cavaliere di Paola

Assistenti: G. Manes (Paola), D. Esposito (Catanzaro)

 Marcatori: 4′ pt Figliomeni (R), 15′ pt Carrieri (A), 34′ pt Calabrese (R), 18′ st Criniti su rig.  (R)

Ammoniti: Coluccio, Minici Femia (R), Cavatorti e Gallo (A)

Espulso: Luzzi (A) per doppia ammonizione

Andreina Morrone

Print Friendly, PDF & Email

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com