Altri Sport

Pallanuoto e tuffi. Francesco Manna: «Pronti ad un’altra stagione ad alti livelli»

Francesco Manna

COSENZA – Manca ormai pochissimo per una nuova, intensa, stagione di pallanuoto. La prima orfana di  Giancarlo Manna. L’uomo, prima che il presidente, che ha lanciato questo affascinante e bellissimo sport in Città, facendo di Cosenza una delle piazze più importanti d’Italia per gli sport d’acqua.

Nel segno di Giancarlo Manna

Una stagione che per la Cosenza Nuoto parte con diverse novità: prima fra tutte l’iscrizione della squadra femminile al campionato di Serie A2. Francesco Manna

«Abbiamo dovuto affrontare delle difficoltà ma siamo comunque riusciti ad iscriverci a tutti i campionati e a mantenere quindi il settore agonistico della Cosenza pallanuoto ad alto livello». Sono le parole del presidente Francesco Manna che solo pochi giorni fa, come tutti dalle parti di Campagnano ha tifato ed esultato per la vittoria della Coppa Italia femminile di Marco Capanna alla guida della Sis Roma. E Capanna, prima di alzare al cielo il trofeo tricolore, ha rivolto un pensiero speciale proprio verso il suo ex presidente Giancarlo Manna. «Marco è un grande professionista. Dopo la vittoria ci siamo sentiti, gli ho fatto i complimenti e l’ho ringraziato per il ricordo per mio padre – dichiara Francesco Manna -. Lui è molto affaezionato alla nostra società e alla Calabria e l’ha dimostrato con i fatti. Ma devo dire che da Cosenza sono passati tanti altri allenatori bravi, come Stefano Posterivo che è stato campione d’Italia, Roberto Fiori, Mustur… ».

Al via la stagione di A2 puntando alla valorizzazione del settore giovanile 

E da Capanna alla squadra femminile il passo è breve. Così, alla vigilia di un nuovo campionato, il presidente Manna spiega i motivi dell’iscrizione al campionato di A2 e non a quello di massima serie. «Abbiamo fatto una scelta soprattutto territoriale – spiega Manna – perchè ci siamo resi conto che avere sette giocatori da fuori Regione portava, oltre ai vari costi da sostenere, alla penalizzazione delle ragazze del posto e il nostro vivaio è stato sempre uno dei migliori in Italia e non volevamo perdere ciò. Quindi la scelta è stata sicuramente di natura economica ma anche e soprattutto voluta per la crescita delle nostre ragazze». 

E Cosenza sarà guidata dal tecnico Francesco Fasanella. Di lui Manna dice: «Ha fatto esperienza con tutti i tecnici che sono passati da Cosenza ed è quindi giusto che anche lui ora faccia il suo percorso così come gli altri. Ha una chance importante ed io sono sicuro che farà bene». Tecnico preparato e rosa competitiva, un giusto mix di giovani ambiziose e giocatrici esperte. I presupposti per far un buon campionato ci sono tutti. «Il nostro obiettivo è innanzitutto quello di fare bene e far crescere le nostre ragazze. Poi la palla è rotonda e vedremo quello che succederà in campionato». Il primo appuntamento è per domenica alle ore 15 nella piscina comunale di Cosenza contro Brizz Waterpolo Catania. Un esordio mica male. «La prima partita è sempre un punto interrogativo perchè c’è sempre quella tensione, quella paura di sbagliare, ma anche di verificare anche punto è la preparazione». Ma Manna guarda con fiducia al futuro. La voglia di ritornare in A1 c’è: «Tutto dipende dalla crescita delle nostre ragazze e dall’intensità e dalla forza che riusciremo ad imprimere per velocizzare questo processo».

TANTE INCOGNITE E UN UNICO OBIETTIVO PER LA SQUADRA MASCHILE

Al di là dei sogni di gloria la sfida forse piu dura è quella che aspetta la squadra maschile che guidata da Marco Trocciola, nelle vesti di giocatore-allenatore, domenica in casa del Cus Palermo comincerà una nuova stagione in Serie B. «E’ un campionato piu difficile e i ragazzi sono molto giovani. Molte squadre si sono rinforzate e abbiamo inoltre perso la figura di Capanna in acqua, di Perez, di Cerchiara. L’obiettivo è perciò chiaro: Sembra tutto un’incognita ma i ragazzi faranno il massimo per cercare di mantenere la categoria».

Uno sguardo da trampolino e piattaforma 

Gli atleti della Cosenza Nuoto Francesco Porco, Giovanni Tocci, Alberto Volpe e Laura Bilotta, Con loro il presidente della società bruzia Francesco Manna

Gli atleti della Cosenza Nuoto Francesco Porco, Giovanni Tocci, Alberto Volpe e Laura Bilotta, Con loro il presidente della società bruzia Francesco Manna

Non solo pallanuoto. Dopo un 2018 decisamente soddisfacente, la stagione che sta per cominciare sarà naturalmente all’insegna anche dei tuffi. «La Cosenza Nuoto è da sempre una delle migliori società sportive per quanto riguarda i tuffi. Ormai Tocci, Porco, Volpe e Bilotta sono atleti più che lanciati. Molto importante è quindi avere dei ragazzi dietro che seguono questi esempi e noi possiamo dire di avere 7 – 8 giovani campioni italiani che seguono le loro orme». Campioni e grandi appuntamenti. Per l’anno appena iniziato Manna conferma inoltre l’organizzazione del consueto meeting di nuoto ma soprattutto promette di fare il possibile per portare a Cosenza un campionato assoluto di tuffi. Inoltre «ci sono altre iniziative in cantiere che stiamo ponderando insieme agli sponsor».

Infine Manna presenta un nuovo progetto dedicato a tutta la famiglia.

Una particolare piscina, sorta a Castiglione Cosentino e già attiva dallo scorso autunno concepita sia per la riabilitazione che per il fitness in acqua, sia per le donne in gravidanza che per i bambini che devono imparare a nuotare «L’idea è quella di dare a tutta la famiglia la possibilità di venire in piscina nello stesso giorno e allo stesso orario. Insieme fitness per tutta la famiglia e percorsi diversificati».

 

Print Friendly, PDF & Email

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com