Altro

Nordic walking. Alla scoperta del paesaggio autunnale silano

CAMIGLIATELLO (Cs) – Dai paesi scandinavi alle montagne della Sila il numero di persone che pratica nordic walking cresce sempre di più. Le motivazioni della diffusione di tale attività sportiva sono davvero tante; la più rilevante è data dal fatto che il nordic walkin, letteralmente “camminata nordica”, è considerato un esercizio di fitness completo poiché consente di tonificare la muscolatura degli arti superiori e inferiori nonché i muscoli della schiena e delle spalle con evidenti benefici per la postura e la circolazione sanguigna.

Non si tratta quindi di una semplice camminata poiché ad essere in movimento sono anche le braccia e le spalle grazie all’impiego di due bastoni che in realtà non servono a facilitare la camminata bensì a completare il movimento naturale del camminare con il movimento coordinato degli arti superiori consentendo pertanto di tenere la schiena dritta e scaricare a terra il peso del corpo in maniera corretta.

Tale esercizio fu introdotto come allenamento per gli sciatori di fondo da praticare nei periodi estivi privi di neve in quanto ripete perfettamente il movimento fatto durante le gare. Negli ultimi anni sta avendo un’ampia diffusione in tutta Europa sicuramente grazie ai costi contenuti dell’attrezzatura necessaria e la possibilità di modificare il ritmo in base al proprio stato fisico permettendo a persone di tutte le fasce d’età di dedicarsi a tale attività motoria.

A promuovere e praticare il nordic walking nel territorio delle montagne silane sono i maestri della “Scuola Italiana Mountain Bike Sila” che ha sede presso il rifugio di Monte Scuro, nelle vicinanze di Camigliatello a circa 1630 m.s.l. Ad attrarre i turisti non sono solo i tanti sentieri che è possibile percorre oltre che la bellezza del paesaggio silano ma anche l’avere come guida d’eccezione un lupo. Allevato dagli istruttori presso il rifugio di Monte Scuro è stato chiamato simbolicamente ‘Sila’ e sotto la loro supervisione accompagna gli escursionisti nelle lunghe camminate alla scoperta dei boschi. Sono diversi i sentieri che è possibile affrontare sia per grado di difficoltà che di distanza di percorrenza ciò consente di praticare nordic walkin in modo diverso relativamente alla propria resistenza fisica. Praticare questa attività motoria all’aria aperta, attraversando sentieri, mulattiere e strade di montagna, permette di scoprire l’ambiente circostante stando a contatto diretto con la natura. Tale aspetto evidenzia l’impatto positivo che ha il nordic walking sul turismo in quanto mostra e promuove le ricchezze ambientali del territorio.

E’ possibile avere ulteriori informazioni riguardo il mondo del nordic walking sul sito internet www.nordicwalking.it. Nel sito sono presenti diverse pagine dedicate alla tecnica da utilizzare durante la camminata, consigli sull’attrezzatura da utilizzare e una scheda riassuntiva riguardo i benefici che si hanno sulla salute facendo tale attività.

 

Giuseppe Palazzo

Print Friendly, PDF & Email

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com