Altri Sport

Pallanuoto, Cosenza riparti dal pari in casa del Flegreo

Cosenza nuoto

FLEGREO – COSENZA PALLANUOTO 7-7 (1-3; 1-2; 3-0; 2-2)

Flegreo: Uccella, Martucci, Carmicino, Parisi 1, Anastasio R., Esposito, Vitiello, Morvillo 4, Anastasio F. 2, Altieri, Di Rupo, Micillo, Sgró. Allenatore: Koinis.

Cosenza: Sena, Citino 3, Gallo M. 2, Presta, Greco, Gallo B., Morrone, Ferriero, Screnci, Zaffina, Nisticò, Garritano 2, Manna. Allenatore: Fasanella.

Arbitro: Pascucci.

Note: Spettatori 100 circa. Espulsioni: Flegreo 6/13; Cosenza 0/9. Uscite per limite falli Nisticó e Screnci (c) rispettivamente nel terzo e quarto tempo. 

Gara dai due volti per Cosenza, che domina per due tempi, poi va sotto ma riesce a reagire sul difficile campo del Flegreo.

Contro la seconda della classe le ragazze di Fasanella cercavano risposte agli ultimi due stop, e il tecnico rossoblu, seppur non del tutto soddisfatto, può registrare una gara di qualità e di coraggio. Le campane, imbattute in campionato, hanno infatti rischiato la prima sconfitta contro una squadra che ha ritrovato consapevolezza nei propri mezzi in una gara bella, equilibrata e corretta. La differenza la hanno fatta anche le giocate sull’uomo in più. Flegreo ha messo a segno 6 dei 7 gol sulle 13 espulsioni a favore, mentre le silane hanno inciso meno su questo fondamentale. La cronaca. Difficile per Cosenza ritrovare punti e serenità in una sfida difficile contro la seconda della classe.

La cronaca

L’avvio però è veemente. Citino segna subito e Martina Gallo raddoppia con una bella palomba. Flegreo fatica a reagire, accorcia ma incassa anche il 3-1 di Citino, che a inizio secondo parziale firma il tris personale. Cosenza non si ferma ma si accende Morvillo che trova il 2-4 prima del nuovo gol delle rossoblu, firmato con un gran gesto tecnico da Garritano. A metà gara Cosenza ha tre reti di vantaggio ma Flegreo reagisce grazie a una sontuosa Morvillo e alle belle parate di Uccella, trovando un tris per il cinque pari. Al quarto è tutto in bilico, Fasanella incassa i tre falli di Nisticó e Screnci e due reti per il 7-5 delle campane. Sembra chiusa ma le silane tirano fuori gli artigli. In quattro minuti Garritano e Gallo trovano il pari, la difesa non subisce più e una traversa e un paratone di Uccella fermano la rimonta delle cosentine. Il pari è giusto, perché Cosenza ha avuto qualità e coraggio, ma Flegreo gioca una buona pallanuoto e può contare su individualità di ottimo spessore. Termina così il girone di andata con le silane quarte, ma le prime sono vicinissime e il calendario torna in discesa. 

 
Print Friendly, PDF & Email

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com