Calcio

Play out Lega Pro/2: Hinterreggio, Ritorno in serie D.

HINTERREGGIO – GAVORRANO 2 – 2

Marcatori:7′ Carraro, 27’Miano (aut.), 30′ Ungaro, 77′ Tognarelli

Hinterreggio: Mengoni, Angelino, Anzilotti, Impagliazzo, Ungaro (dal 71′ Messina), Franceschini (k), Cruz, Lavrendi (dal 62′ Kras), Gioia, Vicari, Carbonaro (dal 76′ Broso). A disp.: Maggio, Borghetto, Alipeta, Febbraio. All. Venuto.

Gavorrano: Addario, Mazzanti, Fatticcioni, Miano, Alderotti ( dal 61′ Cretella), Zane, Della Latta (dal 45′ Nocciolini), Lo Sicco (Tognarelli), Gurma, Carraro, Romiti. A disp.: Cavallari, Viola, Rosati, Ropolo. All. Orrico.

Arbitro: Valerio Marini di Roma 1

Ammoniti: Gioia, Vicari, Broso (H); Miano, Alderotti, Cretella (G).

Espulsi: Febbraio (H).

Note: Allontanati al 25′ membro dello staff tecnico del Gavorrano per proteste e al 76′ il presidente dell’Hinterreggio Pellicanò per accese discussioni con la panchina ospite.

Nella gara di ritorno dei play out di Lega Pro, seconda divisione girone B, allo stadio “O. Granillo” di Reggio Calabria i biancoazzurri non vanno oltre il pareggio per 2 a 2 e ritornano tra i dilettanti. Le speranze si infrangono al 73′ quando il neo entrato Tognarelli appoggia in rete in area piccola. Nella prima frazione aveva segnato al 6′ Carraro per il Gavorrano, pareggio con un autorete di Miano e gol di Ungaro.

PRE PARTITA: Giornata primaverile e  terreno in perfette condizioni di gioco nonostante la pioggia caduta nelle primissime ore della mattinata. A seguito della squadra rossoblù un pulman di tifosi dalla Toscana.Per i curiosi da segnalare sugli spalti del “Granillo” Massimo Mariotto, direttore sportivo della Salernitana, il calciatore della Reggina Antonino Barilla, l’ex tecnico del Catanzaro e bandiera amaranto Francesco Cozza e Nicola Amoruso neo Direttore Generale del Palermo. Il Gavorrano parte dal minimo vantaggio conquistato tra le mura amiche attraverso il 2-1 di domenica scorsa, l’Hinterreggio punta sul fattore campo e sulla realizzazione di quel gol che darebbe ancora una speranza di salvezza. Sfida delicata tra due squadre che grosso modo si equivalgono. Infortunati Trentinella e Malara e senza Khoris squalificato mister Venuto si schiera con il 3-5-2. In campo sin dal primo minuto Carbonaro che fa coppia in avanti con Cruz. Panchina per Kras. Mister Orrico che in settimana ha lavorato sulla testa dei giocatori più che sulle gambe, si presenta con il collaudato 4-4-2. Carraro e Romiti terminali offensivi.

PARTITA: Il primo tiro della gara è di Gurma, al 3′, Mengoni respinge. Al 7′ Carraro, in contropiede, supera Lavrendi e batte il portiere avversario Mengoni. Nei primi minuti l’Hinterreggio è contratto mentre il Gavorrano tiene bene il campo fino al 22′ quando Cruz scappa via a sinistra ed effettua un tiro-cross, Miano effettua una deviazione maldestra nella propria porta riportando il risultato in parità. I biancoazzurri si rianimano e tornano a caccia del gol qualificazione che trovano nel giro di 9 minuti. Al 31′, infatti, una mischia in area che si origina da una punizione di Carbonaro, porta alla deviazione vincente del difensore Ungaro. il primo tempo termina 2 a 1. Nella ripresa Hinterreggio in difesa della qualificazione al 56′ Carbonaro conclude alto da buona posizione dopo una triangolazione corta. Un minuto più tardi Mengoni compie un mezzo miracolo deviando su una conclusione di Lo Sicco deviata da Franceschini. Al 65′, invece, è il sinistro di Kras a spaventare Addario e fare la barba al palo. Al 78′ la doccia fredda  Gurma mette un pallone al centro e il neo entrato Tognarelli appoggia a rete è il 2-2 che condanna i calabresi. Nel finale i padroni di casa si gettano tutti in avanti con la forza della disperazione, ma a parte qualche azione concitata, non creano grossi pericoli. L’Hinterreggio torna tra i dilettanti, il Gavorrano invece, se la vedrà contro il Rimini. A fine gara i toscani disertano la sala stampa.

 

 

Print Friendly, PDF & Email





To Top