Calcio

Post Rende – Siracusa, Modesto: «Loro avevano più fame»

Modesto

RENDE (CS) – Non arrivano neanche con il Siracusa i tre punti per il Rende, anzi i biancorossi non dicono neppure a bissare il pareggio di Potenza, traditi da uno dei pochi tiri in porta degli avversari. Rende battuto dal Siracusa dopo un buon primo tempo, in cui aveva fatto vedere anche una discreta supremazia territoriale, ma incapace di reagire nel secondo tempo.

Contro i siciliani uno dei peggiori secondi tempi della stagione

«Secondo me non abbiamo ancora capito in che situazione ci troviamo. La verità è che ormai durante i secondi tempi capita spesso che ci spegniamo, non ci prendiamo delle responsabilità, non giochiamo da squadra. E da questa situazione possiamo uscirne solo con il lavoro. Dopo una prestazione del genere dobbiamo farci un esame di coscienza tutti, me compreso. Non accetto tempi così». E’ la dura ma lucida analisi di Modesto al termine della gara con il Siracusa.

Il rammarico di Modesto

«Nell’atteggiamento non rivedo più i miei giocatori – prosegue il tecnico -. Penso che sia veramente mancanza di concentrazione, perchè in questi ultimi giorni avevamo proprio lavorato sul tipo di giocata da cui è scaturito il gol del Siracusa. La loro unica arma in piu. Purtroppo siamo ancor qui a parlare di una sconfitta del Rende. Anche chi è entrato non ha dato il cambio di marcia che doveva dare».

«E’ chiaro che si tratta di un problema psicologico – risponde Modesto a chi gli chiede se la squadra si possa già sentire appagata – perchè quando i risultati non arrivano l’autostima scende. Dobbiamo gestire anche questo aspetto e concedere meno errori. Anche oggi abbiamo creato qualche occasione, mentre loro hanno avuto un rigore a favore e il gol, situazioni nate da nostri errori. E’ chiaro che c’è del rammarico. Il Siracusa aveva piu fame, piu voglia di giocare a calcio e di vincere i duelli dei miei giocatori».

Possibile vedere novità in campo a Bisceglie domenica? «Chi vedrò nelle migliori condizioni giocherà».

Print Friendly, PDF & Email

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top