Altri Sport

Primo sorriso stagionale per la Tonno Callipo

TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA – CALZEDONIA VERONA 3-0 (25-17; 25-18; 25-20)

TONNO CALLIPO CALABRIA: Mengozzi 2, Aboubacar 18, Vitelli, Carle 14, Chinenyeze 5, Rizzo (L pos 62%, pr 25%), De Falco 13, Baranowicz 1. Ne: Hirsch, Marsili, Pierotti, Ngapeth, Sardanelli (L). All. Cichello.
CALZEDONIA VERONA: Kluth 1, Marretta, Birarelli 1, Asparuhov 12, Boyer 6, Solè 5, Cester 1, Spirito 1, Muagututia 6, Zanotti, Bonami /L pos 54%, pr. 31). Ne: Franciskovich, Chavers, Donati (L). All. Stoytchev.
Arbitri: Canessa e Braico.
Tonno Callipo: ace 4, bs 18, muri 5, errori 3. Verona: ace 2, bs 16, muri 6, errori 4.
NOTE – durata set: 26′, 25′, 29′; tot: 80′
Spettatori: 259 Incasso: 624 euro
MVP: Aboubacar (Tonno Callipo)

La tanto attesa e sospirata vittoria della Tonno Callipo Calabria arriva al culmine di una grandissima prestazione fatta di carattere e voglia di vincere.

Di fronte ad un avversario quotato come Verona, Baranowicz e compagni mettono in campo non soltanto una buona dose di grinta e tenacia ma anche una pallavolo bella a vedersi, mostrando un miglioramento in tutti i fondamentali. Mister Cichello ha puntato su un sestetto che ha ben funzionato fin dall’inizio e che gli ha permesso di non optare per grandi stravolgimenti in corsa.
Nella metà giallorossa in campo Baranowicz in cabina di regia con Aboubacar in diagonale, Chinenyeze al centro con Defalco e Carle in posto 4, Rizzo libero. Risponde Verona con Spirito in palleggio e Boyer opposto, centrali Solè e Cester con Muagututia e Asparuhov sulle bande, Bonami libero.

E’ una Callipo concreta e determinata quella che fin da subito mostra grande voglia di vincere.

Trascinata da Abouba (mvp) in gran serata la squadra calabrese finalmente mostra il suo vero volto. Di fatto la bella copia di quella ammirata sette giorni fa contro Sora. Mengozzi&compagni appaiono carichi e concentrati prendendo il largo già nel primo set (10-6), mantenendo un discreto vantaggio sfruttando non solo gli attacchi di Abouba, ma mostrando miglioramenti sia nella correlazione muro-difesa quanto al servizio. E così sotto l’abile regia di Baranowicz brillando De Falco e Carle pure loro decisivi in attacco, distanziando definitivamente (20-11, 23-15) Verona incapace di reagire.
Il clichè non cambia nel secondo set: la Callipo si ripresenta in campo con la stessa fame, e dopo un iniziale equilibrio sorpassa ancora Verona (12-8, 19-13). La formazione scaligera accusa il colpo, Stoytchev cerca di cambiare qualcosa (Kluth per Boyer) ma senza risultati perché contro questa Callipo c’è ben poco da fare. Asparuhov e Garrett perdono lo smalto iniziale e così i padroni di casa ne approfittano ancora di più chiudendo con i suoi martelli in attacco (25-18).
Nel terzo parziale Verona sembra rientrare in partita con uno scatto d’orgoglio che le permette di tenere il punteggio sulla parità (11- 11, 14-14). L’episodio decisivo è l’espulsione di Solè alquanto nervoso che aveva protestato a lungo con l’arbitro Canessa, sintomo di una squadra che per tutto il match ha subìto l’aggressività di Vibo. Da lì in poi la squadra di Stoytchev si disunisce non riuscendo più a recuperare e lasciando campo aperto a Vibo che conquista tre punti importanti non solo per la classifica ma anche per il morale.

MISTER Cichello a fine gara: 

«Questa vittoria è merito dei ragazzi. Abbiamo fatto un’ottima partita soprattutto grazie all’atteggiamento. Ci hanno creduto dall’inizio nonostante sapevano che avrebbero affrontato una delle squadre migliori del campionato con centrali di grande qualità. Ci hanno regalato una grande soddisfazione e la carica per continuare su questa strada».

Print Friendly, PDF & Email

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com